TRATTAMENTO DEI DATI SPERIMENTALI

 

Temperatura registrata all'inizio dell'esperimento = 19 C

Temperatura registrata alla fine dell'esperimento = 22 C

D t = 3 C

1- L = 2 p r * n * m * g 

dove r = 24 mm indica il raggio del Calorimetro di Callender , n il numero di giri della manovella, m = 5*10-3 mm la massa del corpo a cui la fune ancorata.

Se questo lavoro meccanico viene interamente convertito in calore, ho:

2- Q = J * c * ( m + meq ) * D t

Dove J l'equivalente  meccanico della caloria espresso in J/Kcal, c ed m = 44 ml rappresentano rispettivamente la massa ed il calore specifico dell'acqua, meq = 11 4 l'equivalente in acqua del calorimetro di Callender, e D t la variazione di temperatura misurata dal termometro. 

1-  L = 2 * 3,14 * 24 * 102 * (5*10-3) * 9,8 = 753,29856 J

2- Q = J * 1 * ( 44 + 11 4 ) * 3 = 177 *J

Dal Confronto delle due precedenti si ricava che: 

J = 753,29856 / 177 = 4,225 J/Kcal 

Si deve,  inoltre, tener in considerazione che l'incertezza sull'equivalente in acqua del calorimetro molto elevata (rasenta il 40 %), ma proprio su questa incertezza si gioca per giustificare l'elevato errore sperimentale della nostra misurazione, soprattutto a causa del rilassamento delle molle dopo un uso prolungato e della non perfetta aderenza tra fune e tamburo, ma anche a motivo dell'incertezza sul D t, comunque molto difficile da valutare.