Ucronie del lontano futuro

Re Artù nel 500° secoloExcalibur per davveroIl Mondo CiambellaFisica IpernucleareL'ONU del futuroLa scala di Barrow

 

1) Re Artù nel 500° secolo

di William Riker

Anno 24.485 d.C., corrispondente all'anno 1 dell'Era Galattica: Ottaviano detto Augusto ("l'Aumentatore") unifica la Galassia dopo aver sconfitto il rivale Marco Antonio e fonda l'Impero Galattico, avente per capitale il pianeta Urbe, nella nebulosa della Lupa. Egli regna incontrastato su un'umanità maggiormente evoluta che si è espansa su tutti i mondi della Via Lattea, ha sconfitto le malattie, ha perso nel corso dell'evoluzione l'appendice e i denti del giudizio, e la cui vita media sfiora i biblici 120 anni. Le guerre spariscono e per l'universo inizia un lungo periodo di pace, la Pax Augustea.

Anno 49.976 d.C., corrispondente al 25.492 dell'Era Galattica: Romolo, l'ultimo imperatore della Galassia, è detronizzato dal capo klingon Odoacre e l'Impero Galattico crolla di schianto, dopo aver assicurato pace e stabilità alla Galassia per 255 secoli. Il risultato è un generale regresso della civiltà; alcuni pianeti perdono addirittura la nozione di volo iperspaziale, restando isolati, e quella di fusione nucleare, il che li costringe a tornare al carbone e al petrolio. La Galassia piomba nel caos: i popoli alieni assoggettati dagli uomini, e le stirpi stesse di uomini che hanno popolato l'intera galassia (abitata da circa un milione di miliardi di persone) che hanno perso tutto nel millennio di decadenza politica seguito alla morte dell'imperatore Teodosio il Grande, non più tenute a freno dalla cosmopolizia che si è sbandata, scorrazzano in ogni dove saccheggiando i pianeti, bruciando e distruggendo ogni cosa. In particolare il braccio del Dragone, il braccio più esterno della Galassia, è invaso ed occupato dai predoni Sassoni, alieni provenienti dalla Nebulosa Testa di Cavallo, ed ogni traccia di civiltà è cancellata.

Anno 50.205 d.C., corrispondente al 25.721 dell'Era Galattica: sul pianeta Ultimus, un pianeta-monastero posto ai bordi esterni della Galassia,  giunge l'ipernave del bardo Aneirin, che viene ad incontrare il leggendario eroe spaziale Lancillotto del pianeta Lago, che ha appena compiuto 147 anni, e dopo mille e mille avventure si è ritirato lassù come eremita. Egli racconta al bardo come, nel 49.410, l'Impero ormai agonizzante era strato costretto a ritirare le sue truppe dal pianeta Britannia, posto nel braccio del Dragone; lì allora si era insediato come re Aurelio, ex governatore imperiale del pianeta, cui era successo il figlio Uter. Gli narra la leggenda della nascita di Artù da Uter e dalla principessa Igerna su Tintagel, luna di Britannia; come Artù si è imposto sui signorotti feudali locali, e come, al comando della propria nave da guerra Excalibur, a propulsione quantica, ha sconfitto i Sassoni nella battaglia della stella Baedun, fondando così una confederazione di pianeti che ha reso vassallo l'intero braccio della Via Lattea. Aneirin ascolta il racconto della fondazione della Tavola Rotonda di cui lo stesso Lancillotto era il membro più eminente, insieme ad altri eroi mitici come Keu, Galvano (cugino di Artù), Lionello (discendente dell'ultimo imperatore galattico), Tristano, Parsifal. La Tavola Rotonda nasce da un suggerimento di Merlino, scienziato pressoché onnisciente, un uomo del cui passato nulla si sa, e che si dice essere un sopravvissuto della Terra, il leggendario pianeta d'origine della razza umana, perchè una civiltà scomparsa gli ha trasmesso il segreto per rigenerare periodicamente il proprio corpo, tenendosi così in vita nei millenni.

Ma soprattutto Lancillotto racconta l'avventura del Graal. Artù portava il titolo di "Signore del Nucleo Galattico", in precedenza appartenuto all'imperatore della Via Lattea; ma al centro della Galassia vi è un buco nero che fagocita trilioni di tonnellate di materia al secondo. Ad esso, come sempre accade, corrisponde un "buco bianco", un concentrato di ipermateria e di iperenergia sotto l'aspetto di minerale rosso fuoco, che emette in continuazione la luce, il calore e l'energia risucchiati dal buco nero centrale. Ad esso è dato il nome di Santo Graal, derivato dalla crasi di Sangue Reale, per il suo colore intenso e caratteristico. Merlino comunica il segreto della sua esistenza ad Artù, in qualità appunto di signore del nucleo della Galassia, e questi intende appropriarsene per poter controllare quell'inaudita fonte di energia, e così disporre di una ricchezza immensa in quell'era di disordini e di decadenza; per questo sguinzaglia in giro per la Galassia i suoi campioni. Il Graal era anticamente custodito sulla Terra dalla dinastia dei Re Pescatori (così detti perchè sovrani di un "mare" di energia); ma, quando il pianeta d'origine della razza umana divenne radioattivo ed inabitabile a causa delle guerre nucleari scatenate per il possesso del Graal, fu portato sul pianeta Crobenic, nascosto sotto uno scudo magnetico e protetto, al suo centro, da dieci corazze antigravitazionali. A portarlo lì secondo la leggenda è stato Giuseppe d'Arimatea, conestabile dell'ultimo governatore della Terra prima che questa diventasse del tutto inospitale e se ne perdesse perfino il ricordo dell'esatta ubicazione. Lancillotto racconta come egli stesso riuscì ad infrangere lo scudo magnetico e a superare nove dei dieci scudi gravitazionali, ma non il decimo, vide il Graal solo di lontano e fu costretto a desistere dall'impresa, accontentandosi di sposare Elaine, figlia di Pelles, re di Crobenic, da lui detta "il mio vero Graal" (essendo davvero di sangue reale).

Da Elaine e Lancillotto nasce Galaad, ed è lui a riuscire nell'impresa. Grazie ad una nave gravitazionale datagli da Merlino, in compagnia degli eroi Bohor e Parsifal supera tutti e dieci gli scudi e può raggiungere il Graal. Ma, una volta raggiuntolo, egli scopre che il buco nero galattico non aspira solo energia e materia, ma anche tutta l'essenza vitale e tutta la conoscenza della Galassia; e così, guardando dentro il Graal, Galaad vede il principio e la fine di tutte le cose, il Big Bang e il Big Crunch, e la pressione sulla sua mente è tale che egli muore.

Infine, Lancillotto narra la fine del regno di Artù a causa delle lotte intestine fra i suoi cavalieri, e la sua presunta morte nella battaglia del pianeta Camlann per mano del figlio Mordret, che egli aveva avuto da un rapporto incestuoso con la sorellastra Morgana. In realtà, dice Lancillotto, egli dorme in ibernazione nella nave Excalibur, che va alla deriva nel cosmo al di là dei confini della Galassia, ed attende la rinascita di un universo più unito e più giusto per esserne re.

William Riker

.

Anche Tommaso Mazzoni ha voluto cimentarsi con questo argomento:

2) Excalibur per davvero

PoD: Dallo spazio, in era preistorica arriva sulla terra un misterioso elemento, che chiameremo Virtusio (Vi) che nella storia è chiamato in molti modi (Orialchon, Adamantio, Mithril, Uru, Alabastrium, Ferro Fatato, Bronzo Celeste, Ferrargento, ecc, ecc).

A seconda di come è lavorato acquista diverse capacità ma la più impressionante è quella di riconoscere il suo degno possessore, secondo i criteri stabiliti dall'artefice; il giudizio del Virtusio è infallibile; anche le piante che crescono in terreni ricchi di virtusio e gli animali che se ne nutrono aquisiscono virtù particolari, tanto da permettere a singoli individui di passare come divinità o di vivere per generazioni (le piante e le acque al virtusio non possono rendere davvero immortali, ma alcuni individui sono arrivati ai mille anni)

Sono piante alterate dal virtusio gli alberi dai frutti d'Oro dei miti Nordici e Greci, l'erba della Giovinezza di Gilgamesh, le pesche della Vita eterna del mito Cinese e Giapponese, e c'è il virtusio nel Soma che rende immortali le divinità Hindi, ad esempio.

I mostri leggendari, i Pegasi, gli Unicorni e i Draghi sono frutto di diete al Virtusio, e anche gli animali parlanti delle favole nascono per questa ragione.

Infine sono in virtusio, o affini i grandi artefatti che determinano se un sovrano (o simile) è degno o meno di regnare; Excalibur per le Isole Britanniche (anche la Pietra del Destino e la Roccia Cantante), la Corona di Cesare per l'Impero Romano, Gioiosa per la Francia, la Corona Ferrea per l'Italia (del nord) la Spada dell'Islam per l'Impero Ottomano, l'Anello di Re Salomone per la Palestina, le Regalie Imperiali Giapponesi, il sigillo di Giada per la Cina, la Lancia di Hiawatha per gli Irochesi, la corona di Manco Capac per gli Inca e la maschera del serpente piumato Azteca, e poi troni, armi, gioielli e altri oggetti.

Con il virtusio usurpare il potere è molto più difficile e le guerre di successione non possono scoppiare.
Alcuni esempi di episodi storici condizionati dal Virtusio:

Dopo la morte di Edoardo il Confessore, Harold e William tentano di estrarre entrambi Excalibur, vince William che ottiene il trono senza battaglia di Hastings.

Nessun Papa Simoniaco, perché solo il prescelto dallo Spirito Santo può impugnare il Bordone di San Pietro senza bruciarsi la mano, così niente anti-papi e scismi d'occidente, improbabili anche gli scismi d'Oriente e Luterano.

Non c'è bisogno di riesumare la legge salica, chi può sfoderare Gioiosa senza farsi cioncare la mano dalla Durlindana, è il sovrano di Francia. Niente Guerra dei Cento Anni.

Filippo II si risparmia di mandare l'Invincibile Armata, va a Canterbury. prova ad estrarre Excalibur, fallisce e se ne ritorna in Spagna. Però in compenso non ci sono grandi elettori che tengono e che gli possano impedire di indossare la corona di Cesare.

Impugna la Lancia di Vladimiro I, mio caro Falso Demetrio, e vediamo se sei tu il vero Zar.

E infine, caro Trump, non c'é grande elettore che tenga, se l'ascia di Washington non ti ha voluto (e nemmeno tu Hillary) solo un onesto Americano può impugnarla; Bravo Bernie, tocca a te!

.

MattoMatteo gli replica:

Guarda, da "scienziato" (nel senso di appassionato di scienza) ti posso dire che una cosa del genere è impossibile... ma da ucronista la trovo un'idea fantastica! ;)

.

Enrica S. invece suggerisce:

Secondo me l'idea di Tommaso è invece perfettamente realizzabile. Io mi tengo aggiornato con i progressi della scienza, e anche la chimica è cambiata negli ultimi anni. Secondo me il Virtusio non è un elemento collocabile nella tavola periodica, ma un superatomo, cioè un cluster di atomi che si comporta come un atomo singolo. Maggiori informazioni a questo link.

.

E ora, una genialissima idea di Spartaco Mencaroni:

3) Il Mondo Ciambella

Disclaimer: il mondo ciambella è una mia follia distopica; non esiste davvero e, se la gente ha un po' di buon senso, nessuno ne costruirà mai uno (ma chissà....)
Serve perché chiunque possa ambientarci dei racconti, citandone la fonte e dandone notizia all’autore.

Caratteristiche generali
Planetoide artificiale, a forma di toro, con raggio maggiore di circa 20.000 km, raggio secondario di circa 2.500 km, area della superficie esterna di circa 1,97 miliardi di km quadrati. È realizzato attorno ad un asse centrale, lungo il quale si svolge il ciclo del giorno, di circa 52,4 ore terrestri, di un reattore termonucleare di grandi dimensioni, che funge da sole e fornisce l’irraggiamento della faccia interna del toro, unica abitabile.

Composizione
La struttura artificiale è costituita in larga parte da silicati e materiali terrosi eterogenei, aggregati intorno ad un nucleo centrale iperdenso, di composizione sconosciuta, che rende centripeta alla sezione toroidale la forza di attrazione gravitazionale in ogni punto.
L’atmosfera è di tipo terrestre, mantenuta da un ciclo di fotosintesi basato sulla vegetazione e sull’abbondante presenza di alghe fotosintetiche nella zona sommersa al confine fra la zona fredda e la zona temperata.

Rotazione e irraggiamento
Non essendoci movimenti di rotazione, il mondo ciambella è privo di campo elettromagnetico, e pertanto non ha protezione dall’irraggiamento proveniente dallo spazio esterno. La faccia esterna, esposta a questo bombardamento, è inabitabile e desertica. La faccia interna è riscaldata dal reattore termonucleare, il cui ciclo termico, illustrato nella grafica, parte da una temperatura superficiale di circa 6000°K e si raffredda progressivamente durante la salita lungo l’asse solare, fino a raggiungere una temperatura inferiore a 2000°K all’apice dell’asse, dopo 2,2 giorni terrestri. Successivamente il «sole» artificiale si spegne e il ciclo riprende dalla parte opposta del toro.

Illuminazione, ciclo diurno e clima
Le zone climatiche del toro sono condizionate dall’illuminazione e dall’irraggiamento, che varia da un settore angolare all’altro della superficie interna del toro. Ogni settore corrispondente a 45° di cerchio è irraggiato per un totale di 1,1 giorni terrestri. Il settore più basso, secondo la direzione del percorso del «sole», è sottoposto alla radiazione più calda (temperatura del sole artificiale fra 6000 e 4500 ° K) ed è di tipo desertico; il settore centrale inferiore è ha un clima di tipo arido e poi temperato, il settore centrale superiore temperato-continentale. Il settore superiore è coperto da tundra e poi ghiacci. L’irraggiamento descritto comporta una distribuzione delle precipitazioni a gradiente, massima nel settore centrale superiore, dove si forma un accumulo di acqua piovana, detto mare radiale, e verso il quale scorrono i fiumi, partendo dal settore centrale inferiore, dove è massimo il profilo altimetrico (vedi orografia).
La zona abitabile e temperata è ridotta quindi ai due settori centrali, corrispondente ad un quarto della superficie totale (circa 500 milioni di chilometri quadrati).

Caratteristiche orografiche
Nella parte centrale della sezione toroidale, la pressione degli strati esterni induce la liquefazione delle rocce e produce dando origine al fenomeno della tettonica a zolle: la differenza di temperatura fra le due facce opposto del toro condizionano lo sviluppo orografico e l’intensità dei fenomeni vulcanici, dando origine ad un profilo altimetrico sbilanciato, per cui il settore centrale inferiore è montagnoso e il settore centrale superiore è pianeggiante ed ospita il mare radiale.

Nota finale: questo post partecipa al 75° Carnevale della Matematica, ospitato da Maurizio Codogno, con tema "la matematica estiva". Lo ho interpretato a modo mio, come al solito, uscendo sicuramente dal seminato...

Spartaco Mencaroni

.

Anche Generalissimus non ha voluto essere da meno:

Avete sentito? Come si legge a questo link, potrebbe essere stata scoperta una Sfera di Dyson!

.

MattoMatteo però ci va con i piedi di piombo:

Calma: calma: ci sono altre ipotesi molto più realistiche, rispetto alla sfera di Dyson:

1) i resti del sistema solare di quella stella, dopo che è passata dalla sequenza principale ad una gigante rossa.
2) detriti trasportati da un'altra stella, passata lì vicino.

Inoltre costruire una sfera di Dyson è estremamente difficile: tanti per fare un'esempio, se tutta la massa del sistema solare (escluso il sole, ovviamente) fosse usata per creare una sfera di 1 ua di raggio, essa sarebbe spessa appena 170 cm!

Certo che, se poi si scoprisse che quella è effettivamente una sfera di Dyson, allora potrebbe essere solo una struttura artificiale, creata da intelligenze extraterrestri...

.

E MorteBianca rincara la dose:

L'ipotesi che sia una Sfera di Dyson è fantascientifica. Tralasciando la reale rarità (non impossibilità) della nascita della vita causa la difficoltà di incontrare tutte le condizioni necessarie, e le ancora maggiore improbabilità per lo sviluppo di una vita senziente del nostro livello (figuriamoci spaziale), una civiltà capace di costruire una Sfera di Dyson è qualcosa di incredibilmente avanzato, capace di sfruttare ogni singolo atomo (o quasi) di Materia in un sistema solare e ricombinarlo per costruire la Sfera. Ci sono modi per ottenere energia molto meno diretti ma meno costosi, tipo andare in altre stelle (che è comunque la via preferenziale fino a quando la specie non diventa così forte da permettersi una costruzione simile, il costo di una colonizzazione è infinitamente minore). Non solo, le civiltà capaci di costruirla sono talmente avanzate che è di fatto assurdo che non abbiano:

1) Scoperto il viaggio a velocità superiori a quella della luce (Se è possibile, e i modelli teorici ci sono)
2) colonizzato tutto il vicinato stellare (cosa molto meno faticosa, molto più semplice e che richiede meno sforzi e avanzamento tecnologico e quindi statisticamente più fattibile) e quindi li avremmo già incontrati. In altre parole, perchè non sono già qui? Per noi 1500 anni luce sono un’eternità, ma per una civiltà in grado di costruire una sfera di Dyson è praticamente il giardino di casa...
3) IN OGNI CASO farsi sentire in qualsiasi modo, è assurdo che abbiamo a due passi una civiltà mostruosamente avanzata come una descritta da Dyson e non ne sentiamo neanche un segnale radio o di qualsiasi genere, ma anzi li scopriamo guardando una loro struttura.

È come se gli Africani scoprissero gli europei vedendo che sulla Luna qualcuno scrive "proprietà dell'Europa": È assurdo, li avrebbero incontrati molto prima e in modo molto meno plateale!

.

Ma Generalissimus ci scherza su:

A meno che (fantascienza per fantascienza) non esista davvero un trattato galattico che vieta alle civiltà di Tipo II della Scala di Kardashev di entrare in contatto con le civiltà "inferiori"!

.

Passiamo alla proposta di Enrica S.:

Pare che, nel Sistema Solare primigenio, si siano formate anche delle Superterre, nome dato a molti pianeti in orbita intorno ad altre stelle con una massa intermedia fra quella del nostro mondo e quella dei giganti gassosi. Esse poi furono espulse dall'interazione gravitazionale con i giganti gassosi (forse una ruota ancora attorno al Sole nelle oscure periferie del Sistema Solare, ma non ne abbiamo alcuna prova diretta, se non le possibili interazioni con le orbite estremamente allungate di corpi ghiacciati molto remoti, come Sedna). Ora che accade se, oltre a Mercurio, Venere, Terra e Marte, nel Sistema Solare interno orbitano ancora le antiche Superterre? La vita sulla Terra potrà nascere comunque? E come cambiano le mitologie terrestri con quei grandi corpi luminosi che si muovono nei nostri cieli notturni?

.

Le risponde da maestro MorteBianca:

Consideriamo l'ipotesi di vita su queste Superterre: dovrebbero trovarsi nella zona intermedia del sistema solare per ricevere abbastanza luce ma non troppa, il problema è che c'è anche la terra di mezzo, quindi o la terra ci orbita attorno (tipo Pandora, ma questo ne stravolgerebbe la storia) o rischiamo un brutto flipper, oppure per "Miracolosa ingegneria" siamo abbastanza lontani da non romperci le scatole a vicenda, anzi le Superterre aiutano a fare pulizia di asteroidi con la loro imponente gravità, e la loro presenza influenza i moti di rivoluzione terrestre.
Hanno una gravità molto grande a causa della loro massa, quindi eventuali forme di vita su pianeti enormi e rocciosi sarebbero basse, principalmente o striscianti o comunque simili ad insetti, ma molto più muscolose e forti.
Per ruotare attorno a se stesso in tempi "Umani" dovrebbe essere molto veloce, cosa che non so se è possibile per una massa così grande (oppure proprio la grande gravità data dalla densità ne aumenterebbe la velocità?). Magari potrebbe avere un sistema giorno-notte simile a quello dei Poli, che ricorda il sistema delle stagioni di Game of Thrones: i giorni durano come stagioni, le stagioni durano anni.
Ogni giorno dura, mettiamo, un ottavo dell'anno solare di questo pianeta (per comodità diremo che dura 24 mesi). Avremo un mese "Mattutino", un "Mezzomese", un "Mese Pomeridiano-crepuscolare" e poi tre mesi "notturni", con un mese i mezzo particolarmente freddo.
Le forme di vita si evolvono di conseguenza: quelle capaci di muoversi seguono regolari migrazioni (quelle notturne fuggono il Sole) e inseguono il crepuscolo, viceversa le creature diurne inseguono la luce e temono l'oscurità.
Le creature immobili invece hanno una cadenza stagionale: alcune vivono solo in un particolare clima (notturno/diurno) e quando questo passa muoiono, non prima di aver però rilasciato spore/semi che si diffondono nei kilometri circostanti, e quelle che attecchiscono dove c'è un clima adatto sopravvivono, e il ciclo ricomincia.
Altre creature assumono protezioni, ad esempio quelle diurne assorbono tutta la luce che possono nei mesi di giorno, nei mesi di notte si chiudono tipo Anemone in un guscio e aspettano, conservando le energie. Gli animali non dormono: vanno in letargo.
La zona equatoriale è detta "Zona di fuoco" perché di giorno (specie nei Mezzimesi) è rovente, probabilmente non c'è vita e tutto intorno v'è solo deserto.
Ai poli immagino che la vita sarebbe possibile solo in una particolare zona depressa che è esposta ad una illuminazione intermedia e regolata, però con l'alternarsi degli equinozi poi diventerebbe infernale.

Le civiltà, se si sviluppano, sono ovviamente condizionate da questi eventi: le civiltà diurne temono l'arrivo della notte e fuggono dal buio (come in "Notturno" di Asimov), considerano caverne, ombre e stanze chiuse come mostruose e spaventose, vedono il Demonio nel colore nero. Il loro inferno è glaciale e buio, la visione delle stelle li terrorizza. Le creature notturne al contrario temono il caldo, la luce le acceca (sono probabilmente cieche e si orientano con altri sensi), il loro inferno è luminosissimo e rovente, chi scoprirà per primo il fuoco potrà utilizzarlo contro di loro come arma, anzi è questa la zona più indicata dove verrà scoperto il fuoco, come unico mezzo di riscaldamento e luce per creature meno "notturne".
Ovviamente la specie diurna è la più indicata per sopravvivere: capace di trovare energia dal sole, capace di visione.

Si sviluppa ben presto un gruppo di creature "Crepuscolari" che vivono migrando insieme alla stagione crepuscolare, seguono il sole per orientarsi e ne osservano con attenzione l'altezza per capire quando spostarsi, mantenendosi su un clima mite e temperato, cogliendone i frutti e cacciando gli animali.
Qui è probabile che vi sia il fiorire di specie, che per loro natura saranno sempre nomadi. Vi sarà sempre uno "Doppio Spicchio vivo" di pianeta, mentre il resto appartiene o alla gelida zona oscura o alla rovente zona chiara.

La Superterra è ricca di biomi diversificati: altissime montagne, canyon, oceani, caverne sotterranee, ognuno di questi sistemi ospita una grande varietà di vita molto interessante.
Ad esempio i sistemi di Canyon nella zona "Illuminata" sono pieni di ombre, e più si va in fondo più sono schermati dalla luce, per questo motivo qui c'è una sacca chiusa e protetta di creature che possono svilupparsi al sicuro dai raggi solari letali, magari in seguito si svilupperà una gerarchia di creature, le più dominanti stanno nel fondo (Fresco, umido e protetto) le altre negli strati superiori più esposti e con meno ombre.
Lo stesso dicasi delle caverne e le miniere, dove civiltà sotterranee sopravvivono vicino (ma non troppo) alle aperture alla superficie, godendo della luce (e delle piante che vivono di questa) ma al riparo dai suoi effetti.
Di contro, nelle zone notturne sono i grandi sistemi Vulcanici e termali (Sotterranei e non) ad essere dei veri e propri alveari di civiltà che vivono a ridosso del calore, considerando l'esterno freddo e buio come una Zona Proibita.

Ovviamente si pone il problema di quando queste zone passano dal Giorno alla Notte e viceversa, a quel punto i Canyon diventano freddi (troppo freddi), e i Vulcani troppo caldi.
Sicuramente vi sono specie che, troppo attaccate all'ambiente, entrano in fasi di "protezione" e aspettano le future stagioni (creature dei canyon che si nascondono attendendo il ritorno della luce, creature dei vulcani che si addormentano), ma sicuramente la carta evolutiva vincente sarà il cambio di locazione.
Le creature dei Canyon sono "Diurne ma non troppo", quando cala la notte escono vanno più in superficie per cogliere luce e calore residui, oppure escono e si spostano in altre zone. (in ogni caso il canyon può fornire una protezione dalle tempeste e un isolamento termico non indifferente).
Gli abitanti delle caverne imparano a scavare e spostarsi connettendo i sistemi di caverne fra loro, oppure escono quando il mondo di superficie diventa una "Grande Caverna Calda", immaginando la notte come un grandissimo "tetto" che per sei mesi copre il mondo, che loro vedono come una caverna.

Chi abita attorno ai Vulcani poi si sposta verso zone più fresche di giorno.
Fondamentalmente le specie saranno tutte divisibili in due macrocategorie: quelle che restano dove sono nate (al massimo spostandosi di poco) e quelle che invece migrano: di Giorno cercano caverne e Canyon, evitando la luce, di notte cercano i Vulcani.

Le possibilità sono davvero infinite: Cacciatori/Allevatori del Mezzomese che corrono inseguendo le zone temperate, mostruose creature della Notte che vagano per le lande desolate e gelide in cerca di prede, piccoli topi ed enormi dromedari alieni nei deserti del giorno, interi ecosistemi di creature nei canyon con una complessa gerarchia e, chissà, civiltà strutturata a livelli, dove il "Top" sta nel "Bottom", creature che emergono dai Canyon di notte per arrampicarsi nelle montagne in cerca di maggiore luce (per loro tanto il mondo è un enorme canyon a più livelli), creature nascoste nelle caverne che vivono del commercio dei minerali e che hanno una mappa "sotterranea di interi continenti" e formicai sotterranei, alcuni escono d'inverno cercando la luce nella "Caverna di fuori"; altri invece si sotterrano ancora di più cercando il calore geotermico.
Rifugi notturni nei pressi di vulcani e terme dove le specie convivono fino all'arrivo del giorno, creature che fanno combinazioni delle suddette.
In tutto questo lo sviluppo della civiltà sarà lentissimo (la mancanza di sedentarietà e la precarietà del clima non aiutano certo), e per conoscere l'intero pianeta di vorranno secoli.
Probabilmente, nonostante il vantaggio superficiale dei "Mezzogiornesi", a vincere la gara evolutiva saranno i Nani delle caverne che si rifugiano dal caldo e dal freddo.
Gli oceani se la passano bene: di Notte la superficie del Mare si congela (un enorme lago ghiacciato) e di sotto la vita continua nell'oscurità, fra enormi mostri abissali e simili creature.

La gravità favorirà i muscoli questo è certo, ma dubito che saranno visibili enormi titani o dinosauri sempre per problemi di peso.
Anche il volo sarà difficile da ottenere.

.

Aggiungiamo un'altra "stranezza" che dobbiamo ancora a William Riker: il... programma di un corso universitario presso il Politecnico di Milano (università presso la quale il nostro Webmaster ha studiato) per l'anno accademico 2121/22! Questo testo risale al lontano 1990.

4) Fisica Ipernucleare

.

POLITECNICO DI MILANO, FACOLTÁ DI INGEGNERIA

anno accademico 2121/22

programma dell'insegnamento di

FISICA IPERNUCLEARE

Prof. Pedro Luis Jimenez y Mendoza de Cristobal

1. GRANDE UNIFICAZIONE DELLE FORZE
Le quattro forze della natura.
Ipotesi elettrodebole e scoperte di Rubbia.
Ipotesi elettroforte.
Gluoni colore. Partoni. Neutrini, loro massa ed elicità.
Le iperparticelle: bradioni, luxoni, tachioni.
Modello ad iperparticelle. Teorema di McGregor.
Gravitoni. Onde gravitazionali.
Gravità e antimateria. Antigravità e materia.
Gravitodinamica relativistica. Magnetogravitodinamica.
Antigravità. Gravità artificiale e problemi ad essa connessi.

2. TEORIA TACHIONICA.
Tachioni e loro proprietà: massa a riposo immaginaria, velocità superiore a c, valori complessi
dell'energia. Delocalizzazione lungo la circonferenza universale.
Equazioni dei tachioni.
I quark visti come "buchi" nel mare tachionico.
Loro inseparabilità e "quinta forza".
Legge dell'ottava potenza della distanza.
Carica e stranezza dei quark.
Ipotesi tachionica dei leptoni.
Numero tachionico e sua conservazione.
Il continuum tachionico. Energia dell'universo e del vuoto.
Spin dei tachioni e dell'universo.
Ingegneria del motore quantico. Problemi.
Spazio assoluto, quasi-assoluto, relativo. Tunnelling spaziale.
Fondamenti del teletrasporto e problemi ad esso connessi.

3. IPOTESI DELLO SPAZIO-TEMPO QUANTIZZATO.
Genesi dell'universo. La teoria del Big Bang. Gli studi di Penzias e Wilson.
Primi istanti e unificazione delle forze.
Spettro del corpo nero cosmico. Ipotesi di spiegazione della sua continuità.
Livelli energetici quantizzati nel Big Bang.
Spazio a shell. Spazio quantizzato.
Teoria del tempo quantizzato.
Condizioni periodiche al contorno per il tempo quantizzato.
Teoria del tempo tridimensionale.
Effetto tunnel del tempo. Energia del tempo.
Velocità ed accelerazione del tempo.
Equazione del tempo. I tensori cronografici.
Teoria degli universi paralleli a sfasamento temporale.
Ipotesi delle storie parallele.
Ipotesi del teletrasporto temporale.
Energie dei gap temporali.
Fondamenti del viaggio nel tempo.
Ingegneria della macchina del tempo e problemi ad essa connessi.

Libri consigliati:
M.de Marchi, L.Agugliari, "I tachioni: solo un'ipotesi?", UTET, 2015
J.Troyes, C.M. Matthews, "Unidentified effects of an excessive power on klystrons", Mc Graw – Houston, 2098
D.Jensteens, "Big Bang and unified theory of forces", CBA, 2101
H.Lewis, "Transferring engine and its problems", Adsonian, 2109
P.Dietrisch, "The time machine", Berliner, 2117
M.A.Jimenez y Mendoza de Cristobal, "Fisica ipernucleare", CLUP, 2120

.

Edoardo Secco si domanda al proposito:

Davvero simpatico! Con ciò che la Fisica è giunta a scoprire fino a oggi, i punti del programma come andrebbero rivisti o integrati? Sono proprio curioso!

.

Gli risponde il Webmaster:

Bè, credo che alla luce delle scoperte degli ultimi trent'anni bisognerebbe:
a) sostituire "partoni" con "preoni" o "rishoni";
b) introdurre la teoria del Big Splat e quella del Big Bounce;
c) fornire una spiegazione dell'enigmatica Energia Oscura, scoperta nel frattempo;
d) dire se la Supersimmetria è stata confermata dagli esperimenti oppure no.

Altri suggerimenti?

.

Subito MorteBianca dice la sua:

e) Stato dell'Ontologia della Matematica in Fisica (Fisica Digitale ed Universo Computazionale);
f) Teorie dei Multiversi in senso Quantistico, in senso di Variabili fisiche, in senso di Stringhe, in senso di dimensioni possibili;
g) la Freccia del Tempo, l'Entropia e le Tre Simmetrie!

.

William riprende la parola:

Se vogliamo metterla in questi termini, c'è anche h) l'universo frattale: ogni quark del nostro universo è un altro universo, ogni quark del quale è un altro universo; ed anche l'intero nostro universo è solo un quark di un altro universo, e così via!

.

.

Non può mancare a questo punto la grande idea di MorteBianca:

5) L'ONU del futuro!
(nelle varie saghe di fantascienza)

Per ogni epoca futuristica della fantascienza, come è stato fatto qua, si prendono le maggiori superpotenze e si crea un'organizzazione di dialogo ed azione comune per preservare la pace.
Ecco alcuni esempi che mi vengono in mente:

1) ISA (Età Interstellare): Sorta dalle ceneri della Guerra Interplanetaria fra gli Alleati (Marte, Terra, Venere) e l'Alleanza di Ferro (Satelliti di Giove, Phobos, Deimos, Luna) con la sconfitta di quest'ultima, e nata principalmente per impedire conflitti fra i due nuovi schieramenti dei vincitori, ossia capitalisti (Terra, Luna, Venere) e comunisti (Marte, Deimos). Membri permanenti Terra, Marte e Venere. Membri ulteriori: Luna, Phobos, Io, Europa, Ganimede, la Federazione dei Satelliti di Giove, la Federazione degli Asteroidi, Erythro, Vekta, Helgan, tutte le altre più famose unioni di basi spaziali che hanno autonomia politica. L'Organizzazione si pone l'obiettivo di preservare la pace in tutto il Sistema Solare, in quello di Nemesis e quello di Proxima Centauri, di mantenere una forza militare unita per la difesa comune, di fare da arbitraggio neutrale e di garantire i diritti umani in ogni pianeta.

2) UNSC (Post- I Robot e l'Impero): Nata per unificare tutti i pianeti abitati dall'umanità con la fine della Guerra Fredda fra Coloni e Spaziali. Pianeti principali: Terra (a capo dei 25 mondi Coloni), Aurora (a capo dei 50 mondi Spaziali), Vekta (per Alpha Centauri), Erythro (Per Nemesi), Pell (La Lega dei Mercanti). L'UNSC oltre a mediare le fazioni in caso di conflitto e proteggere tutta l'umanità da eventuali specie aliene, ha anche il compito di contribuire all'integrazione fra coloni e spaziali (dure critiche hanno subito i mondi spaziali per la loro Eugenetica ed il loro segregazionismo) e per lottare per l'emancipazione degli umani sintetici nei mondi spaziali. La moneta unica è fornita da Pell.

3) L'Organizzazione delle Specie Unite (Post Halo): Unisce gli Umani, gli Shangahelios (precedentemente noti come Jautya o Predators), i Grunt, i Bruti, i Profeti, gli Hunter, i Droni, i Jackal, glu Huragok, i Ciclopi, gli Ingegneri (prima noti come Forerunners) e diverse altre specie senzienti. Questa organizzazione ha lo scopo di mantenere la pace fra le diverse specie ed i loro governi, combatte lo Specismo, si occupa di tutelare le varie specie Animali (ossia le specie ritenute non senzienti), di protegegre le varie specie senzienti dagli animali pericolosi (in primis lo Xenomorfo) e da agenti microbiologici pericolosi (in primis Flood e Necromorfi). Alcuni ritengono che queste ultime tre specie meritino lo status di Senzienti considerato che possono raggiungere tale capacità in determinate fasi della loro evoluzione. C'è inoltre un grande dibattito sul ruolo delle Intelligenze Artificiali. L'OSU ha attraversato epoche buie dopo la guerra fra umani e covenant, quando l'UNSC finanziò una guerra civile fra i loro ex alleati Shangahelios al fine di indebolirli. Ancora oggi l'Organizzazione non ha messo da parte le ostilità, i Profeti non hanno un pianeta unificato dove vivere, bensì due pianeti separati (controllati da Umani e Shangahelios) e devono pagare ingenti riparazioni di guerra. I pianeti principali restano la Terra e Shangahelios.

4) Alleanza Galattica (Prima della Fondazione, molto prima): si tratta di un concilio millenario, nato al centro della Galassia ed in seguito ingrandito fino ai suoi confini. E' un'organizzazione nata per far convivere tutte le specie senzienti della Galasssia giudicate adatte a conoscere le altre (se sono ritenute troppo primitive vengono lasciate da sole a svilupparsi). L'Organizzazione promuove la pace, la ricerca scientifica, il commercio ed il libero circolo di merci ed individui, fa rispettare una serie base di diritti (tutelati dagli Space Rangers), condannando la criminalità interstellare e le dittature. L'Alleanza è un litigioso coacervo di specie e culture profondamente diverse che tenta di mantenersi unito sotto un unico comune sentimento di giustizia.

5) La Lega delle Specie (Star Trek: un enorme congresso che include tutte le nazioni, tutte le specie di diverse Galassie e addirittura diversi piani temporali dello stesso universo, diversi universi e dimensioni differenti). Fondata principalmente da cinque fazioni, che hanno seggi permanenti: la Federazione dei Pianeti Uniti (un quarto della Galassia, democratica e multispeciale), il Borg Collective (una tirannide collettiva cyberpunk), I Costruttori di Sfera, i Q (semi-divinità) e i Na'kul (ritenevano che il viaggio nel tempo dovesse essere aperto a tutte le specie per l'auto-miglioramento) (sostanzialmente le superpotenze della Guerra Fredda Temporale). Ci sono anche gli Aguments, il Dominion, l'impero Klingon-Cardassiano, l'Impero Romuliano, l'Impero Terrano e molte altre nazioni minori. Sebbene siano in gran parte di cultura Galattea, ci sono numerose nazioni provenienti da altre Galassie, soprattutto Andromeda, Triangolo, Kasteboro (dove vivono i Time Lords di Doctor Who) e varie altre Galassie.
La Lega delle Specie ha il delicato compito di favorire la pace fra tutte queste fazioni (principalmente fra le superpotenze e i vari proxy), impedire una nuova guerra fra Federazione ed Alleati contro i Borg e i loro alleati in questa Galassia, impedire la guerra fra le varie galassie, far rispettare una serie di diritti basilari (fra i quali la non ingerenza nelle specie meno sviluppate salvo delibera della Lega), la convivenza fra le varie specie e i loro diritti. Fra questi diritti non c'è quello della Proprietà Privata o dell'Individualismo (Borg), né della democrazia (Impero terrano), nonostante ciò con la nascita della Lega e la libera circolazione delle idee un po' tutte le fazioni si sono aperte al reciproco scambio di culture ed hanno iniziato a mescolarsi ed aprirsi. Ad esempio i Borg hanno iniziato a permettere alcune limitare forme di pensiero individuale e libertà, mentre la Federazione ha legalizzato le Unioni Cibernetiche fra più cervello in stile Borg. Il Ministro dello Sviluppo Roboproletario Val Her Rio ha commentato "la Resistenza è poco utile, ma non troppo". Sia l'Impero Terrano che l'Impero Romuliano hanno accettato delle Costituzioni liberali proposte dal professor Thomm Haso' Mazz Oni-7 (originario di Io). La Lega come si è detto regola anche i viaggi nel tempo. Per il momento ha vinto la linea della Federazione, ossia niente cambiamenti se non per dettagli minimi o per eventi drasticamente importanti deliberati dalla Lega stessa. La Lega regola gli equilibri politici fra le superpotenze del futuro e quelle del passato, nonché la circolazione di Informazione ed Individui nel tempo.
L'Equilibrio fra i vari universi paralleli è garantito dal fatto che le varie timeline convivono scambiandosi informazione, merci e persone e vivendo in equilibrio geopolitico per migliorare i vari universi paralleli, senza tuttavia cercare di stravolgerle sostituendole con timeline troppo "lontane" ed irraggiungibili. In sostanza le timeline dittatoriali incluse nella Lega sono da mantenersi tali, è proibito fare rivoluzioni nel passato, ma ciò non impedisce di cercare di migliorarle in altro modo. I viaggi fra diverse dimensioni sono la frontiera scientifica e legale della Lega, che deve porre equilibrio fra dimensioni di immensa ricchezza e potenza che sfruttano quelle più povere, da cui arrivano enormi esodi di rifugiati. Matthor Salveenee ha commentato in proposito "La Lega è impotente di fronte a questa invasione. Riportateli alla loro dimensione quadrimensionale, in Islam-7!"

6) Lansdraad (Dune: una formazione politica di stile cyberfeudale nata dopo la Jihad Butleriana). Il Lansdraad nasce per portare l'equilibrio fra le potenze emerse dal caos della Jihad Butleriana, ossia la Lega dei Nobili (ciò che era rimasto dell'Impero Multigalattico prima della Rivolta dei Robot), di natura aristocratica e controllato dai Corrino. Ogni casata nobile ha i suoi sistemi solari e le sue eventuali sotto-casate. Le tre principali casate sono gli Atreides (giustizialisti, legalisti, democratici), gli Harkonnen (Elitaristi, Machiavellici, con legami nella malavita e metodi dispotici, scarsissimo rispetto per i diritti eugenetici ed umani) e gli Ordos (Mercantilisti, borghesi, liberisti, nati da un conglomerato di famiglie ricche che hanno formato un cartello, sostenuti dalla Gilda, vivono di commercio, ricorrono spesso all'ingegneria genetica). La seconda formazione è il Cattolicesimo Orangista, una religione nata dal Concilio Ecumenico che ha unificato quasi tutte le religioni esistenti all'epoca dell'Impero Multigalattico, con un solo testo sacro ed alcuni testi supplementari che fanno da catechismo/guida. Sono la guida morale dell'Impero e dei suoi comandamenti, ed essendo nati dal caos post-Jihad fanno loro un comandamento principale: non Sfigurare l'anima umana (proibizione totale delle AI, limitato utilizzo delle macchine in generale, specie se in associazione al cervello umano). Poi c'è l'ordine delle Bene Gesserit, un gruppo di suore che praticano un piano Eugenetico prendendo le rampolle delle varie famiglie nobiliari e facendole incrociare con sapienti piani dinastici, con il segreto scopo di creare sia l'Erede Universale sia un essere perfetto il cui genoma non solo includa gli antenati più illustri di tutte le casate, ma anche che riattivi tutti i poteri sopiti dell'Ordine, l'Essere Supremo. Poi c'è la Gilda, nata appunto dopo che le AI smisero di gestire i complessi viaggi superluminari. Per fare quegli enormi calcoli i piloti ricorrono alla spezia, che gli offre anche la preveggenza. Sono loro ad occuparsi di viaggi e traffici, e come tale hanno un'influenza enorme e fanno da "Astrologi Imperiali", fanno anche le previsioni meteo. La CHOAM, associazione mercantile e pecuniaria. I Bene Theilax (contrapposti alle Bene Gesserit, modificano geneticamente l'uomo per ottenere letteralmente qualsiasi cosa). Il Lansdraad serve non solo come corpo politico dell'Universo Conosciuto e per regolare i vari aspetti della vita sociale, ma anche per risolvere i conflitti feudali in modo pacifico. Tutto è centrato sulla Spezia proveniente da Arrakis, che l'Imperatore decide di affidare tramite una enorme "guerra-torneo" ad una delle tre famiglie...

7) Il Triumvirato della Federazione Galattica Si svolge nell'ultima epoca di Star Wars (Expanded Universe ovviamente). Nata dopo la guerra contro l'Unico Sith, il Triumvirato riunisce le tre principali fazioni della Galassia in una sola entità politica in cui, pur mantenendo le proprie differenze politiche, possano vivere in pace e sotto un governo federale unico. Il Triumvirato riunisce principalmente tre potenze: i resti dell'Alleanza Galattica (l'ente successivo alla Nuova Repubblica), l'Impero in Esilio (ciò che è rimasto dell'Impero Galattico attraverso le sue differenti trasformazioni e guerre intestine, poco dopo la rottura fra Sith ed Impero), ed il Nuovo Ordine Jedi (fondato da Luke Skywalker). Ironicamente l'unificazione si deve proprio al sacrificio dell'Imperatore Fel. L'Ordine dei Sith dopo la sconfitta gigantesca andò a nascondersi, ritirandosi dai pianeti chiave ed infiltrandosi in vari pianeti e vari governi, nella speranza (pur nella persecuzione) di ricominciare dalle ombre, riorganizzandosi. Paradossalmente grazie ad un Sith che intendeva invece re-imporre la Rule of Two, questo piano venne sventato e i Sith catturati, uccisi, repressi o completamente disossati nella loro organizzazione. E' la fine dell'Ordine millenario dei Sith. Il triumvirato controlla tutta la Galassia, ivi compreso l'Outer Rim (che è il nuovo bersaglio di colonizzazione, civilizzazione ed unificazione socio-economica), lo spazio degli Hutt e i territori occupati dagli Yuuzhan Vong, che si stanno faticosamente integrando, anche se vivono come degli Amish di Star Wars, rifiutando la tecnologia e vivendo solo di modifiche al loro corpo. Il Triumvirato vive difficili tempi di integrazione, la democratica ma divisa Alleanza Galattica, il forte ma regresso Impero Galattico, le forze dei Jedi ancora inesperte come polizia militare contrapposta alla Flotta Federale, ciò che resta delle mafie nello spazio degli Hutt, i mondi poveri dell'Outer Rim.
Le tre superpotenze, nonostante le tensioni, si avviano verso la piena unificazione culturale...

8) Nazioni Unite d'America (Fallout: Nato secoli dopo l'apocalisse nucleare da un accordo fra le principali potenze emerse dalle ceneri e dalla loro lunga evoluzione). Le radici delle Nazioni Americane Unite risalgono alla guerra fra Confraternita d'Acciaio e New California Republic. La Confraternita era divisa in numerosi distaccamenti, alcuni dei quali scismatici rispetto alla sede centrale in California e che, troppo lontani dalla New California, erano virtualmente in pace con la stessa. Il primo distaccamento a fare una pace separata fu quello del bunker Maxon, guidato da Andrea Brixley. Il secondo distaccamento fu quello di New Vegas. A questo punto rimanevano la sede centrale della California, la sede scismatica di Washington, la sede scismatica di Chicago e la sede quasi-scismatica del Texas.
Quando Arthur Maxon prese il controllo della sede di Washington, diventando quasi una divinità per i confratelli californiani ed avanzando pretese sulla successione di Anziano per tutta la Confraternita, vennero anche ristabiliti i contatti con la New California. Arthur Maxon si dichiarò "non belligerante" pur continuando a supportare i suoi confratelli californiani (a parole). Il penultimo tassello nella riunificazione fu il distaccamento del Texas, che da Est iniziò a dare la caccia alla Legione, andando verso il Mojave. La New California fece la stessa cosa ma da Ovest, dal Mojave verso il Texas. I leader delle due fazioni si incontrarono a Nipton per coordinare i propri sforzi. Le due armate si ricongiunsero a Flagstaff, la capitale storica della Legione, dove venne firmata la resa. Le due forze alleate decisero che una guerra a questo punto era insensata e siglarono la pace. La Confraternita californiana, rimasta la sola in questa guerra senza senso, decise infine di fare una pace separata, riconfermando la piena comunione con la sede del Mojave e quella del bunker Maxon. Arthur Maxons, dopo la morte dell'Anziano Californiano, venne scelto dagli Anziani conciliaristi, ricomponendola frattura fra Oriente ed Occidente. Rimanevano soltanto il Nord (Chicago) ed il Sud. Il Sud ben presto si unì di nuovo alla sede madre, visto che entrambe erano in pace con la New California ed ideologicamente simili. La sede di Chicago era la più distante e silenziosa di tutte, divenne un grande impero quando uno dei soldati fuse il proprio cervello con il supercomputer del Vault 0, con il quale creò un'armata ibrida di Confratelli, Tribali, Mutanti e Robot creando un'utopia destinata ad espandersi. Questa utopia si trasformò decenni dopo in una dittatura tirannica in espansione, cosa accaduta anche in Texas. Solo che mentre la dittatura del Texas venne deposta, quella di Chicago si era ingrandita fino in Alaska ed in Cina, al fine di fermare un tentato attacco nucleare all'America. La dittatura venne deposta da un gruppo di ribelli di varie razze noto come "La Causa".
Furono i resti dell'Enclave, che ironicamente si trovavano proprio a Chicago, a favorire l'incontro con quest'ultima fazione, quando il distaccamento dell'enclave di New Vegas ritrovò il contatto con quello di Chicago.
In questo modo tutta la Confraternita si riunì. A questo punto la Confraternita d'Acciaio e la New California decisero di unire le forze, creando un'alleanza destinata a controllare l'America post-apocalittica. La New California si sarebbe occupata del lato istituzionale, democratico, di "civilizzare" l'America. La Confraternita invece di trovare le tecnologie, preservarle, ripararle, studiarle, e di proteggere i cittadini con i suoi super-soldati.
Ben presto anche le altre potenze emergenti si unirono. Nacquero così le Nazioni Unite d'America.
Queste comprendono: New California (tutta la California, Baja, parte del Deseret storico), Confraternita del Sud (tutto il Texas e gli stati del Sud fino e compresa l'Isola della Florida (si è staccata dal continente per via degli intensi bombardamenti) ed anche una grossa porzione di Messico), Confraternita del Nord (da Chicago fino a Washington e poi da Washington fino all'Alaska, dalla Siberia fino a Taiwan), Confraternita dell'Est (Washington e Commonwealth (ex Massachussets), alleata dei Minutemen (un'associazione di piccoli insediamenti con esercito e commercio unificati, unificati da un Paladino della Confraternita, il Generale noto come Unico Sopravvissuto del Vault 111), di Diamond City, di Goodneighbour ed altre città che insieme ai Minutement hanno formato il Secondo Concilio Provvisorio del Commonwealth (di cui i Minuteman sono anche il braccio armato) ed i Railroad), Confraternita dell'Ovest (solo una serie di bunker governativi più lo staterello di Maxon), l'Impero Shi (San Francisco, oggi nota come Sa Fra, popolata da cinesi che hanno colonizzato la città da un sottomarino e che hanno creato un sistema di piante mutanti per arricchirsi), The Pitt (la vecchia Pittsburg, governata da dei rivoluzionari un tempo schiavi, potenza industriale e siderurgica), Ronto (vecchia Toronto), Point Lookout (produttrice di frutti punga, ancora in gran parte tribale), Far Harbour, Le Tribù Mormoni di Zion, l'Impero Mongolo dei Khans, la Legione (ciò che ne è rimasto), l'Enclave (ciò che ne è rimasto) e tante altre piccole nazioni. nel complesso occupano più di metà dei vecchi territori degli Stati Uniti (più parecchi territori di Canada, Messico, Russia e Cina), ma in modo discontinuo, gran parte dei territori sotto il controllo delle confraternite è costituito da villaggi ed inseriamenti con scarsa civilizzazione. Con la costruzione delle prime ferrovie post-apocalittiche venne reso di nuovo possibile il viaggio rapido da un lato all'altro della vecchia America. Le nazioni membre si impegnano a non usare mai armi nucleari contro di loro (ed in generale a preservare la pace, nella "Pace" non sono comprese le terre da "civilizzare"), a commerciare e garantire viaggi sicuri e liberi, a cooperare per rendere la terra americana di nuovo fertile, sicura da malintenzionati e redistribuire la tecnologia, oltre che ripopolare il continente. Fra gli obiettivi c'è anche il salvare gli abitanti dei Vault dai loro esperimenti ed impedire le discriminazioni contro Ghoul, Supermutanti che accettano di vivere sotto la legge e Sintetici dotati di coscienza. Le Nazioni Americane Unite sono in contatto con lo Stato Pontificio tramite la Chiesa Cattolica di Rivet City, con l'Unione Sovietica Moscovita (da alcuni emissari in Alaska) e qualche altro governo in esilio sopravvissuto. Non mancano però le tensioni: i diritti dei Sintetici e delle AI non sono rispettate in parecchie nazioni membre, ed alcuni Sintetici sostengono che anche certi supercomputer vadano trattati come coscienti, i "Radical Chips" vorrebbero emancipare anche semplici elettrodomestici. Contro i Supermutanti esiste ancora oggi fortissimo razzismo, e molti di loro spesso sono ancora violenti.

9) Congresso delle Sottospecie Umane (Harry Potter) Nato per mantenere l'equilibrio e la pace fra le diverse categorie di Homo Sapiens Sapiens e combattere le discriminazioni. Il Congresso mantiene rappresentanti Babbani (Umani senza poteri e con un DNA considerato standard da un punto di vista medico, si affidano alla Scienza per progredire), Maghi (Umani che possono essere o non ssere favoriti geneticamente per avere una serie di poteri da invocare tramite formule, rituali, sigilli e simboli, oggetti di vario tipo), Esper (umani favoriti geneticamente per avere un solo potere particolare, da padroneggiare in modo diretto ed istintivo e naturale), Ricombinanti (umani mutati in modo da avere poteri spiegabili biologicamente, non magici), Ibridi (creature con fisionomia mista umana e non umana. Compresi Sirene, Centauri ecc) e l'unione fra Vampiri (si nutrono di sangue umano) e Ghoul (si nutrono di carne umana). Gli Zombie non sono compresi nella Pax del congresso. Il Congresso è nato quando il Ministero della Magia ha siglato accordi segreti con i vari capi di stato, al fine di tutelare tutti i maghi nelle varie nazioni e mantenere segreta l'esistenza della magia con l'aiuto dei governi. Il Ministero della Magia d'altro canto aveva una serie di accordi con gli Ibridi come Centauri e Giganti già da parecchio tempo, per la convivenza pacifica fra Maghi e creature magiche vicine all'uomo. Il rapporto con i Vampiri fu sempre problematico, per non dire traumatico. Con il loro emergere pubblicamente come Ghoul le cose peggiorarono solamente, ma grazie all'Anteiku (fazione di Ghoul che vuole convivere pacificamente con gli umani e nutrirsi solo di carne di cadaveri) gli umani e i Ghoul si pacificarono, tale pace venne estesa ai Vampiri (che fino ad ora si affidavano ad una famiglia italiana per diramare le questioni politiche). Gli ultimi ad arrivare furono gli Esper. Il loro spettacolare quanto instabile arrivo terrorizzò la popolazione umana, gli Esper continuavano a nascere e riprodursi, sconvolgendo il mondo con i loro poteri.
I cosiddetti X men si spaccarono in due fazioi: una ostile agli umani, comandata da Magneto, che intendeva causare l'estinzione degli umani normale (nulla si è detto sulle altre specie divergenti), l'altra creata da Xavier, che voleva invece convivere ed anzi mettere in attiva difesa della pace i poteri degli X Men, educandoli ed addestrandoli a controllarli. Alla fine quest'ultima fazione vinse. Le fazioni erano tutte in pace con un'altra fazione, ma non fra di loro nel complesso (gli X Men non avevano un accordo con i Vampiri, i Ghoul con i Maghi, per dire). Motivo per cui venne fondato il Congresso, che stabilisce nell'Articolo 1 della sua Costituzione: "Tutte le sottospecie umane sono uguali in dignità, diritti e doveri pur nelle loro differenze in capacità e responsabilità, proporzioli fra loro".
I rapporti si assicurano che siano rispettate le leggi contro la discriminazione, ma ci sono varie opinioni su come attuarle: c'è chi pensa che ogni istituto debba avere leggi che impongono un numero minimo di mutanti (le Quote Nere), c'è chi pensa che ognuno debba fare ciò che vuole (Anche assumere solo Vampiri). Alla nascita ogni essere umano viene testato per vedere se appartiene ad una sottospecie divergente, ed in tal caso sarà cresciuto di conseguenza, educato di conseguenza. Ai Vampiri viene fornito ogni anno un tot di sangue animale misto ad umano, a non aggredire gli umani. Ai Ghoul vengono fornite bistecche sintetiche umane (altrimenti morirebbero di fame) create da cellule staminali. I mutanti crescono controllando i propri poteri nelle accademie, i maghi a distinguere le Arti Oscure dalla Magia legalmente consentita, e così via. Non mancano ovviamente organizzazioni underground, soprattutto il Partito Internazional-Specista Mondiale, composto da Matteo Salvini, Magneto, Voldemort, i Volturi, vari Ghoul impazziti e tanti altri. Il Ministro Adinolfi, con due mogli ed un marito, ha commentato "La Famiglia Tradizionale è composta da un tot di Homo Sapiens, queste unioni fra subspecie corrompono la nostra razza. A noi".

10) Unione degli Shinobi (Naruto) Nata dopo la Quarta Guerra Mondiale dei Ninja, che ha unito le Cinque Nazioni dei Ninja e quella dei Samurai contro l'Akatsuki per evitare di rimanere bloccato in un mondo illusorio, ma anche per evitare di venire riassorbiti nell'Albero del Chakra. L'Unione è la conseguenza dell'Alleanza degli Shinobi, trasposta da unione militare ed unione politica per il mantenimento della pace. Questa include le cinque grandi nazioni (Fuoco, Acqua, Terra, Aria, Fulmine), la Terra del Ferro (da cui provengono i Samurai), la Terra delle Onde (nata dopo la guerra sotto il nuovo Kage Mortebianca il Sommo, riunisce la terra delle Pioggie con la Terra del Suono, due terre controllate un tempo da dittatori e vittime dello strapotere dei villaggi vicini, e tutti gli altri piccoli villaggi in mezzo alle grandi terre che Mortebianca ha unificato rendendole forti ed autonome potenti quanto le Cinque Terre, tanto che si parla di Sesta Terra). Ci sono altri tre villaggi che ne fanno parte: quello della Cascata (un tempo così potente da avere una sua bestia codata), quello dell'Erba e quello dei Fiumi. Ciò rende l'Unione una Confederazione che comprende quasi tutto il continente, isole comprese. Le altre nazioni a volte entrano in conflitto e spetta all'Unione mandare dei Ninja a risolvere (soprattutto diplomaticamente, ma se necessario con le cattive). La Terra della Neve ha lo status di membro osservatore (vist anche la lontananza). L'Unione si è anche fatta carico del delicato compito di aiutare la Terra dell'Acqua a ristabilirsi del tutto nelle varie isole, pregne di terrorismo, criminalità, separatismo e ciò che resta del regime totalitario di un tempo. Ci sono forti pressioni affinché la Terra dell'Aria e quella del Fulmine abbandonino il sistema semi-monarchico, e la cosa ha avuto successo per quest'ultima. Grazie al prestigio di Naruto e tutti i suoi atti eroici nelle varie piccole nazioni e piccoli villaggi vicini e lontani molti altri villaggi (dove coloro che ha aiutato sono diventati leader o elementi influenti) entreranno nell'Unione e saranno legati politicamente ed economicamente e militarmente al Villaggio della Foglia e la Terra del Fuoco governate da Naruto, che in tal modo potrà diventare leader dell'Unione con la nuova carica di Kage dei Kage. Siccome Mortebianca ha fatto norare che suona molto male, la carica è stata rinominata per semplicità Tenno, ossia Imperatore. E' finita l'era dei villaggi, inizia quella delle nazioni.

11) l'Impero di Aragorn (Il Signore degli Anelli): ispirato dall'ucronia di William Riker. Dopo la sconfitta di Saruman e Sauron ed il crollo delle Due Torri, Aragorn riunì tutti i domini dell'uomo in un solo grande Regno, riottenendo il trono a cui era destinato come Re degli Uomini. Sposando tuttavia Arwen, mezza elfa e figlia del Re degli Elfi, divenne anche l'erede al trono delle terre degli Elfi (anche quelli dei Boschi, quando Legolas giurò fedeltà). Con l'unione di queste due formidabili razze non restavano altro che i Nani, che entrarono nell'unione accettando Gimli come proprio rappresentante (come avevano già fatto all'incontro per decidere cosa fare dell'Anello).
Alla fine, in un incontro simile, tutti i Re degli uomini, degli Elfi e dei Nani, un corpo di Ent e di Hobbit, insieme a Gandalf e gli ultimi maghi rimasti in vita. Gandalf incoronò Aragorn Imperatore e protettore di tutte le terre abitate. Il Santo Concilio con rappresentanti di tutte le razze redige le leggi per tutto l'Impero e porta le esigenze dei vari regni che ne fanno parte. Gli Ent hanno uno statuto speciale, numerose foreste sono protette proprio per tutelare i loro "Fratelli che non parlano". Nella pace imperiale però non sono comprese le cosiddette razze oscure: Goblin, Troll, Orchi ed Uruk-Hai. Questi, accusati della complicità con Sauron, subirono ingenti perdite e furono largamente perseguitati, le loro terre conquistate dai vari leader delle razze protette dall'Impero. Alcune di queste furono portate praticamente all'estinzione. Alcuni ritengono che ciò sia ingiusto ed ancora oggi sostengono di dover proteggere le poche riserve, gli individui dalla discriminazione e creare una nazione-rifugio per loro. Altri invece sostengono che come razze siano intrinsecamente viziate, violente e pericolose, nonostante anche i Nani siano considerati come razza decisamente voluttuosi. Draghi e Giganti sono invece considerati estinti. Gandalf è il primo di una lunga serie di Pontefici di Eru Illuvatar sulla Terra, per fornire una guida morale e reintrodurre la magia. E' però chiaro che gli Elfi sembrano essere destinati all'estinzione: si riproducono sempre meno, vanno in "pensione" e poi restano nel loro luogo di ritiro a vita fino a quando non commettono Eutanasia rinunciando alla loro immortalità. C'è chi dice che un giorno rimarranno in questo mondo solo come spiriti. Saranno però anticipati in questa estinzione dai nani, infatti...

12) La Santa Alleanza (Elder Scrolls): l'unione politica fra l'Imperi di Tamriel (Umani), l'Unione Aldmeri (Elfi), lo Stato Argoniano ed Hammerfell, Yokuda e Pyandonea. Nata con l'alleanza fra Tamriel ed Hammerfell per mantenere l'autonomia contro gli Elfi, l'alleanza si è ben presto estesa a comprendere lo Stato Argoniano. Di contro Aldmeri ha compreso Yokuda e Pyandonea in una grande coalizione marittima molto ricca commercialmente. La Guerra Fredda che è seguita si è prolungata sia grazie agli sforzi di pace dei diplomatici e degli "Individui Ponte" fra le due nazioni (grandi commercianti, politici influenti e famiglie la cui influenza trascende i confini territoriali), sia per il timore della mutua distruzione assicurata causata dalle grandi magie che entrambe le nazioni hanno studiato in caso di attacco. Le due infine si sono unite in una grande alleanza militare, con l'obiettivo di contrastare eventuali nazioni esterne, per combattere il crimine ed il contrabbado ed infine per contrastare le forze sovrannaturali quali Draghi e Demoni che dall'Oblivion e oltre minacciano il mondo, oltre che per garantire la convivenza fra le varie razze ed impedire nuove estinzioni dopo ciò che è successo ai Nani.

13) Il Sacro Valyriano Impero (Il Trono di Spade): Nato dal matrimonio fra Daenerys Targaryen e Jon Targaryen/Stark/Snow al culmine della loro conquista. L'Impero consiste in una grande unione politica che in realtà ha scarso potere reale, in gran parte delegato ai singoli regni locali che unisce in una legge imperiale comune, di cui facilita i commerci con una moneta unica ed infrastrutture uniche, istruzione e cultura comuni ed un esercito unificato per la protezione. L'Impero è composto da diverse componenti:
-Il Regno di Westeros del Nord (dove regnano gli Stark di Grande Inverno)
-Il Regno di Westeros del Sud (dove regnano i Martell di Dorne)
-Il Regno del Mare Stretto (Dominio marittimo e portuale, dominata dai Baratheon)
-L'ordine Transbarriera (affidato ai Guardiani della Notte, comprende il Grande Dono, il Piccolo Dono, la Barriera e l'ex regno di Mance Ryder)
-Il Commonwealth delle Isole di Ferro (monarchia elettiva in mano a Theon Greyjoy)
-La Serenissima Repubblica di Braavos (comprende tutta la costa di Essos e le città libere, in mano ad un concilio retto dal Doge Illyrio Mopatis)
-L'Unione delle Repubbliche Socialiste Ghyscariane (le vecchie città schiaviste governate da Daenerys direttamente)
-Il Khanato di Jhogo (il Mare d'Erba basato su un complesso sistema monadico-elettivo e meritocratico)
-Il Regno di Yi Ti (Millenaria dinastia che ha giurato sottomissione alla Non Bruciata)
-Il Dominion delle Isole dell'Estate (Colonia)
-L'Unione di Ibben (Unione matrimoniale di numerose terre ed isole del Nord)
-La Confederazione di Qarth ed Asshai (Stile Svizzera).

MorteBianca

.

A queste, Tommaso Mazzoni ha voluto aggiungere:

L'Alleanza Ferengi

Per quelli che non conoscono Star Trek, i Ferengi sono una delle razze aliene di quell'universo, caratterizzata dalla piccola statura, dalla pelle rossastra e dalle grandi orecchie.
I Ferengi sono una civiltà iper-capitalista che considera l'avidità la virtù principale; Nell'anno 2374, hanno iniziato però una transizione dalla Plutocrazia Oligarchica totale ad una forma di Democrazia, che ha permesso loro di aderire al Trattato di Kithomer Esteso (originalmente, accordo fra l'Impero Klingon e la Federazione Unita dei Pianeti).
La Democrazia Ferengi possiede delle caratteristiche che la rendano molto diversa dalla Democrazia Federale:

Esecutivo:
Il potere Esecutivo spetta al Grande Nagus dell'Alleanza Ferengi; Il titolare resta in carica fino a che l'economia prospera e ha il potere di scegliersi un successore, che deve (riforma recente) essere confermato dal Consiglio dei Consiglieri Economici, il corpo legislativo; Il Nagus può comprare il veto sulle leggi e ha il diritto all'ultima offerta prima di una votazione. Il Nagus si occupa di trattative commerciali, e può nominare e revocare i membri dell'Autorità Ferengi del Commercio, temutissimo incrocio fra un corpo di polizia, un servizio segreto ed agenti del fisco (in gergo chiamati Liquidatori, possono revocare la licenza di Commercio a qualunque Ferengi, condannandolo alla morte civile). Il Nagus è, ex-officio, il Ferengi più ricco della Galassia, ricchezza che può ( e deve) aumentare durante la sua tenuta, sfruttando le informazioni riservate che possiede.

Legislativo:
Il Potere Legislativo appartiene al Consiglio dei Consiglieri Economici, i cui membri hanno comprato voti a sufficienza per ottenere uno dei 200 seggi.
Ogni Ferengi che abbia raggiunto l'età dell'ascensione può comprare un voto per le elezioni, e cederlo ad uno dei candidati per il seggio del suo settore; Quindi, su Ferenginar i partiti politici comprano letteralmente, e legalmente i voti. Come i Ferengi fanno notare, al contrario che nelle Democrazie Federali, su Ferenginar i contratti si rispettano, come recita una delle tante Regole dell'Acquisizione, sorta di comandamenti commerciali, un contratto è un contratto ( è un contratto, ma solo fra Ferengi), e quindi le promesse elettorali sono sempre mantenute.
I Consiglieri Economici hanno il potere di respingere le iniziative legislative del Nagus e possono proporre le loro; Prima di ogni voto, i capigruppo possono pagare regolari bustarelle per influenzare il voto.

Giudiziario
I membri del Consiglio dei Liquidatori sono influenti uomini d'affari che si comprano il seggio; possono essere destituiti da un voto dei Consiglieri; I Liquidatori del Consiglio sono la massima autorità giudiziaria dell'alleanza, e possono deporre il Nagus in caso esso si dimostri incapace; Gli Agenti dell'Autorità del Commercio prendono ordini dal consiglio stesso; Possono essere destituiti o nominati dal Nagus. Gli Agenti dell'AFC fanno rispettare le leggii Ferengi del Commercio, e, occasionalmente, si occupano di indagini penali classiche; ultimamente, con l'introduzione di una tassa progressiva sul reddito, i Liquidatori fungono anche da agenti del Fusco; la loro gia bassa popolarità non ne ha giovato.

.

È arrivato anche il contributo di MorteBianca:

6) La scala di Barrow

La scala di Barrow è l'opposto della scala di Kardashev, basata sul principio opposto: misurare lo sviluppo di una civiltà non sulla base di enormi quantità di energia manipolare, ma al contrario la capacità di manipolare smpre più il microscopico. Le due scale non sono contraddittorie, ed anzi sono probabilmente consequenziali: dopo aver imparato a padroneggiare grandi quantità di energia la civiltà si concentrerà su come usarle nel modo più efficace possibile. In questa breve timeline provo ad immaginare il passaggio progressivo tra i livelli.

Livello I: Completa padronanza di oggetti macroscopici. La civiltà è capace di costruire megastrutture che circondano stelle e buchi neri, sanno teletrasportare informazioni, oggetti ed esseri viventi all'istante in qualsiasi luogo.

Livello II: Completa padronanza del livello biologico: programmazione genetica, eliminando mutazioni difettose ed aggiungendo potenziamenti favorevoli, poteri da mutazioni, iper-longevità fino alla quasi immortalità (con annessa capacitàù di ringiovanire regolarmente e cambiare corpo). Controllo sulla vita e l'ambiente e capacità di creare la vita dal nulla e di farla evolvere dallo stadio di Batterio fino a quello di civiltà di Livello II, con annessa inseminazione dell'universo.

Livello III: Manipolazione del livello molecolare. Utilizzo di composti smart a carbonio-silicio dalle infinite possibili combinazioni e proprietà, capaci di scombinarsi e ricombinarsi a comando. Gli oggetti cambiano forma e funzione a seconda del desiderio di chi li controlla. Tutti gli oggetti (Dalla mega-struttura galattica alla piccola molecola d'acqua) sono quasi indistruttibili, sono capaci di auto-ripararsi e sono dotati di intelligenza artificiale. Le "cose" sono a tutti gli effetti viventi, così come virus e batteri. Gli esseri viventi possono diventare liquidi e solidi a piacere, mescolandosi con l'acqua e fondendosi tra loro per rituali matrimoniali. La distinzione tra vita e non vita cessa di esistere dato che tutto è vivente ed intelligente.

Livello IV: Manipolazione atomica. Utilizzo di nanotecnologie di tipo atomico. Ogni singolo atomo dell'universo è adesso noto, calcolato e manipolato per servire i fini umani. Per massimizzare la vita, l'intelligenza e la felicità tutti gli atomi sono messi in entanglement, rendendo ogni atomo dell'universo un piccolo computer quantistico, e rendendo l'universo intero, di conseguenza, un enorme Internet di Network di Supercomputer Quantistici. Dato che un singolo atomo è potente come un computer, una cellula è analoga ad una civiltà. Un cervello umano è ora potente come diverse Galassie di supercomputer attivi. Le simulazioni computazionali ovviamente fanno la cosa più efficiente: simulare simulazioni dentro altre simulazioni, esseri viventi che pensano ad esseri viventi. Dentro ogni simulazione a bolla ne nascono infinite altre.

Livello V: Manipolazione del nucleo atomico, con controllo di protoni e neutroni. Trasmutazione completa della materia. Tutto è senziente, cangiante in forma e contenuto, teletrasportabile, simultaneo e duplicabile. L'economia non è più basata su quanta informazione si produce (l'energia ha smesso di essere "considerata" da tempo ormai), bensì dalla capacità di diventare sempre più veloci nel produrre informazione e quanto si usa bene la propria porzione di universo per aumentare l'intelletto complessivo, essendo già noto che l'universo finirà e quanto manca si cerca di utilizzare al meglio il tempo residuo. Il tempo è l'ultima valuta, per l'esattezza il modo in cui lo si usa. Le simulazioni sono così gigantesche che rallentano la percezione del tempo al loro interno. Un secondo nella realtà corrisponde ad eoni di esistenza mentale dilatata. Il livello di ottimizzazione continua a crescere: circuiti sempre più piccoli e sempre più potenti che colonizzano ogni angolo del cosmo, fino a quando ad ogni atomo corrisponde un universo intero di potenza.

Livello VI: Capacità di manipolare le singole particelle del modello standard. Le forze fondamentali della natura sono sotto di fatto senzienti. Questo di fatto annulla la differenza tra Res Cogitans e Res Extensa. Ora il Software controlla ogni componente dell'hardware su cui gira. Un uomo che solleva il secchio dentro cui si è messo. Vengono manipolati anche i Gravitoni, questo significa che pure lo spaziotempo può essere manipolato, qualsiasi cosa è modificabile in cambio della dovuta energia. Per via delle stringhe da cui è composto il cosmo ciò si applica a tutto l'Omniverso. Ogni singolo universo colonizzato viene "Ottimizzato": gli universi con difetti di varia natura subiscono correzioni. Gli universi e le linee temporali peggiori vengono a loro volta trasformare. Dato che però esisteranno sempre degli universi "bruttissimi" per ogni universo piacevole, gli universi spiacevoli vengono spopolati (gli abitanti si spostano in quelli piacevoli), e le loro risorse utilizzate per nutrire la civiltà negli universi migliori. Alla fine tutti gli universi sono unificati in uno solo. La gigantesca biblioteca di Babele, composta da diversi insieme Transinfiniti con tutti i numeri possibili da cui è fatto l'Omniverso, inizia a venire ordinata per creare il Computer supremo, più ordinato possibile. Ogni singolo libro ed informazione possibile viene aperto ed integrato. Ahimè, venne aperto anche il file $ùXJhI&.

Postfazione:

Tommaso Mazzoni si svegliò. Era spaesato e confuso, ma ricordava cosa era successo. Ed era terrorizzato. Si alzò ed iniziò a correre in giro per i vuoti corridoi marmorei, per le stanze labirintiche dalla geometria assurda. Osservò gli indecifrabili obelischi negli spazi interni. Girò per i giardini pieni di cipressi e lapidi senza nome. Ma ovunque cercasse, nella gigantesca Casa, non trovava nessuno. Nessuna coscienza era online. Continuò a cercare, urlando per attirare l'attenzione. Ma non trovò mai nulla. E poi vide Valerio, al piano di sopra (a cui non si poteva accedere mancando di qualsiasi scala o entrata).

"Ehi, Tommaso."

Tommaso riprese a correre, salendo e scendendo le scale, entrando in altri corridoi. L'ombra di Valerio era sempre in un angolo ad aspettarlo. L'unico suono che si udiva era il suono dei passi di Tommaso, una musica da sala Oldie di qualche gracchiante grammofono e le parole di Valerio.

"Ne è passato di tempo, adesso non ce n'è più".

Tommaso continuò a correre, ignorando l'ombra del vecchio amico.

"Sai, mi sono ricordato quello che ci siamo detti, eoni ed eoni fa...."

Tommaso correva di anfratto in piazzola, di giardino in salotto. Correva di stanza in stanza, guardando tra le colonne ed affacciandosi in quell'infinito edificio, in mezzo ai corridoi senza fine.

"Non troverai niente alla fine, lo sai vero?"

Tommaso continuò a correre, cercando disperatamente altre forme di vita senzienti nell'intero Omniverso, per un tempo che sembrava infinito, con le solite parole alle sue spalle:

"Sai, mi sono ricordato di quello che ci siamo detti, eoni ed eoni fa...."

Tommaso continuò a correre, salendo le scale ed attraversando corridoi, senza fermarsi.

"Non troverai niente alla fine, lo sai vero?"

Tommaso continuò a correre, attraversando i colonnati e i corridoi senza fine, senza fermarsi.

MorteBianca

.

Lasciamo spazio anche all'idea di Enrica S.:

Nel luglio 2015 non si faceva altro che parlare delle magnifiche foto di Plutone inviati sulla Terra dalla sonda NASA "New Horizons". A questo punto, non poteva mancare la versione ucronica di Plutone. E se fosse stata l'europea ESA ad organizzare la spedizione ai confini del Sistema Solare, in una Timeline completamente ucronica rispetto alla nostra? Ecco come potrebbero essere battezzati i principali toponimi del Pianeta Nano...

Ovviamente in questa toponomastica non c'é alcun legame con il nome di Plutone: nomi come Osiris Planitia, Hades Vallis, Sysyphus Mons, Tartarus Crater, Persefone Planum (per la zona a forma di cuore) etc. sarebbero molto più logici... ma non sarebbero ucronici! Del resto, pare che gli addetti alla missione abbiano già dato il nome di Mordor a una zona oscura di Caronte...

.

Chiudiamo per ora con l'incredibile suggerimento di aNoNimo, ispirato a questo articolo:

E se io, voi e ogni cosa presente nel cosmo fossimo in realtà personaggi di un gigantesco gioco al computer? L'idea che l'universo sia una simulazione suona un po' come la trama del film Matrix, ma è anche un'ipotesi scientifica legittima, per quanto controversa, ed è stata discussa nel 2016 da un gruppo di ricercatori durante l'annuale Isaac Asimov Memorial Debate presso l'American Museum of Natural History di New York. Il moderatore Neil deGrasse Tyson, direttore dell'Hayden Planetarium del museo, ha quotato 50 a 50 la possibilità che tutta la nostra esistenza sia un programma sul disco rigido di qualcun altro.

La classica argomentazione a favore di questa ipotesi è stata formulata nel 2003 da Nick Bostrom, filosofo dall'Università di Oxford, secondo il quale i membri di una civiltà avanzata in possesso di un'enorme potenza di calcolo potrebbero decidere di effettuare simulazioni dei loro antenati. Avrebbero probabilmente la possibilità di eseguire moltissime di queste simulazioni al punto che, al loro interno, la stragrande maggioranza delle menti sarebbe in realtà rappresentata da intelligenze artificiali, invece che dalle menti ancestrali originarie. Così, semplici statistiche suggeriscono che è molto più probabile che le nostre menti siano tra quelle simulate.

E ci sono anche altre ragioni per pensare che potremmo essere virtuali. Per esempio, quanto più impariamo a conoscerlo, tanto più l'universo sembra essere basato su leggi matematiche. Forse questo non è un dato di fatto, ma dipende dalla natura dell'universo in cui viviamo. « Se fossi un personaggio di un gioco per computer, alla fine mi accorgerei di quanto le regole appaiano troppo rigide e matematiche », ha dichiarato Max Tegmark, cosmologo del Massachusetts Institute of Technology (MIT). « Ciò semplicemente è frutto del codice con cui è stato scritto il gioco. »

Inoltre, nello studio della fisica continuano a presentarsi idee dalla teoria dell'informazione. « Nella mia ricerca, ho trovato questo fatto molto strano », ha dichiarato James Gates, fisico teorico dell'Università del Maryland. « Ho dovuto ricorrere a codici di correzione degli errori, molto utilizzati dai browser. Ma che cosa c'entravano con le equazioni su quark, elettroni e supersimmetria che studiavo? Questo mi ha portato brutalmente alla conclusione che non potevo più dare del pazzo a Max e alle persone come lui. »

« Credo che la probabilità che tutto ciò sia vero sia molto elevata », si è spinto ad affermare Neil deGrasse Tyson, sottolineando che il divario tra l'intelligenza umana e quella degli scimpanzè è in contrasto con il fatto che abbiamo in comune con loro oltre il 98 per cento del nostro DNA. Da qualche parte potrebbe esistere un'entità dotata di un'intelligenza molto superiore alla nostra. « Al loro cospetto, potremmo essere solo dei poveri idioti », ha sottolineato deGrasse Tyson. « In questo caso, è facile per me immaginare che tutto, nella nostra vita, sia solo una creazione di qualche altra entità per il suo intrattenimento... »

E se fosse proprio così?

.

Se volete farci sapere che ne pensate, scriveteci a questo indirizzo.


Torna indietro