Topia, l'isola di Geronimo Stilton

Ecco a voi il primo esempio, in questa congrega di scrittori ed ucronisti, di Timeline animalesca, dovuta all'amico Ainelif:

L'Isola dei Topi, detta anche Regno di Topia, è un'isola di media grandezza, abitata interamente da topi e minoranze di roditori.

La capitale è Topazia, dove hanno sede il governo e il re Ginger I.

Naturalmente al di là dell'Oceano delle Vibrisse sono presenti centinaia di stati topici e roditori formatisi con le tante guerre, diplomazie e trattati della loro storia.

.

1130: Unificazione totale dell'Isola dei Topi da parte di Gerolamo Topiki che costruisce la propria residenza a Topazia, la nuova capitale del regno che è retto da feudi e nobili roditori.

1190: L'Isola dei Topi subisce l'occupazione dei nuovi visitatori: i conigli, che impongono subito al re Gerolamo I uno stato di leggi tutte favorevoli a roditori come gli stessi conigli, pantegane e criceti discriminando pesantemente la maggioranza degli abitanti (topi di campagna).

1204: Il regno è sconvolto da pesanti guerre civili da nord a sud che provocano anarchia e caos tra le fazioni roditrici per il raggiungimento della classe sociale dominante sull'isola.
Avvistamento di una nave felina al largo di Topoforte, le varie fazioni politiche di Topia dichiarano la resa reciproca ed iniziano a costruire un nuovo esercito per il regno in caso di guerra; anche se un'invasione felina è ritenuta impossibile da tutti, perfino dal re e dai suoi ministri.

1207-20: Una notte di agosto le navi gattiche si intrufolano nella baia di Topazia, il re Gerolamo II (figlio del primo morto anni prima) così giovane è assassinato nel sonno nella sua residenza fuori città; l'esercito felino sbarca in tutta l'Isola dei Topi conquistando Porto Schifio, Topoforte, Portosorcio ed infine la marcia imperiale dei gatti per le strade della capitale Topazia, allora ancora un borgo portuale di commercianti,artigiani e contadini.
La guerra chiamata Guerra dei Topi comporta l'arruolamento di quasi metà isola contro l'invasore artigliato ed affamato, migliaia di topi fronteggiano in casa per casa e strada i gatti, grossi il triplo di un topo e ben più equipaggiati.
Per liberare tutta l'isola e ritornare alla normalità ci vorranno tredici anni di guerra con atti atroci compiuti dai felini durante l'occupazione, finalmente nel Capodanno 1219 in onore del nuovo anno che arrivava l'esercito topaziano e topico si scontrava nella celebre battaglia di Porto Tanfoso sconfiggendo i gatti e la loro flotta.
Nel 1220 gli ultimi gatti sono annientati e cacciati dal regno, con tale prova di coraggio e indomabilità i topi ritornano a governare e a dettare legge a discapito delle minoranze roditrici di conigli, pantegane e criceti dell'Isola; il re Gerolamo III nipote del primo fondatore di un'isola unita crea il primo parlamento topico e una costituzione parlamentare con le principali leggi del nuovo stato.

1348: Una nave mercantile proveniente dalla Certosinha trasporta passeggeri e marinai infettati dalla oramai dilagante peste bubbonica che diffusasi nel porto topaziano infetta tutta l'Isola dei Topi uccidendo 2/4 della popolazione.

1456: Riforma politica, la monarchia crea le cosiddette "province" ed inizia una lenta espansione negli arcipelaghi vicini nell'Atollo delle Isole Felici, Isola Spellicciata e all'Isola Tortuga infestata dalle piraterie pantegane che avevano costituito un loro stato autonomo nell'Isola Corsara.

1499: Topia entra in contatto mercantile e commerciale con il regno dei Conigli in guerra contro Certosinha e Zungla.
La flotta topica rade al suolo l'Isola Corsara ponendo fine alla pirateria nei mari settentrionali oramai presente da molti secoli, le pantegane reiette saranno sempre più in difficoltà ad integrarsi nella società dell'Isola.

1510: Il regno dei Conigli dopo il conflitto vittorioso contro altre due potenze alleate fra loro si dedica alla prima forma di colonialismo della storia, occupando grandi estensioni costiere e regioni dell'entroterra del Continente Nero (chiamato così dagli scopritori per la presenza maggioritaria di topi muschiati, pantegane e comunque con l'assenza di topi di campagna [quelli che chiameremmo occidentali]). Su esempio dei conigli, si lanciano poi le stesse Certosinha, Zungla, Topia non è un paese colonialista, e le magre acquisizioni d'oltremare saranno vendute con cospicue somme di denaro che arricchiranno le casse del regno.

1535: Il Continente Nero è finalmente spartito completamente tra Conigli, Zungla, Certosinha e Impero del Sole.

1576: La regione del Topikistan, nel nord dell'Isola dei Topia, dichiara l'indipendenza da Topazia, il governo e il re vedendo nuovamente manifestarsi la pirateria nordica, la delinquenza e la crisi nazionale muovono un intero esercito contro il Topikistan che ne rimane devastato, ma almeno la regione rimane sotto il controllo della monarchia topaziana.

1601: L'Impero del Sole, maggiore potenza roditrice, diviene padrone della maggioranza dei mercati portuali delle colonie e del mondo, nella sua capitale Emperiopoli sono eretti monumenti grandiosi, e la vecchia città è abbattuta per lasciare posto ad una nuova capitale imperiale.

1666: Lyindin, capitale del regno di Limbirterra è distrutta da un incendio per impedire la diffusione di una nuova pandemia influenzale; sono bloccati molti commerci e contatti tanto da far entrare in crisi numerosi paesi.

1668: La vecchia Felinia, ridotta a tanti regni feudali nel meridione del mondo medita ancora dopo tanti secoli, una vendetta, ma con il bombardamento navale del porto di Gattimburgo da parte delle flotta zunglo-solare ogni riminiscenza è repressa; inizia un periodo di pace e sviluppo che dura per ben quarant'anni.

1680: Sale al trono limblese il cosiddetto Re Sole, una pantegana dalle fattezze nobili, l'incoronazione sorprende molti ambienti regali dell'Occidente.

1712: Come dice il proverbio"Il bisogno aguzza l'ingegno" sarà da motto e regola ancora nella Felinia rivoluzionaria che proprio in questo periodo è travolta da una rivoluzione industriale azionata dall'imperatore Gattardone III che riunifica 340 regni feudali secolari e vara nuovi eserciti, nuove armi, nuove politiche, nuova concezione dell'essere gatti come animali nobili non dignitosi di essere una nazione ripudiata e fallita; inizia dunque uno spaventoso riarmo felino che sembrava impossibile.

1717-85: All'alba del febbraio 1717 scoppia la Grande Guerra Contro i Gatti, termina la pace quarantennale, l'esercito felino, più feroce ed armato fino ai denti con una flotta gigantesca dà l'assalto al "mondo conosciuto" (come dicono alcuni storici) sbarcando a milioni sulle coste dell'Impero del Sole, creduto imbattibile e moderno per essere sconfitto in un conflitto di tale portata, ma i gatti si rivelano più veloci e arditi del previsto, le maggiori città sono assediate, rotti i collegamenti con i porti e le colonie d'oltremare l'Impero del Sole è condannato a sè stesso, isolato dai rifornimenti alleati roditori.
Nella metà del 1722 Felinia ha già conquistato ed incamerato tutti i territori solari i cui abitanti (criceti in maggioranza e porcellini d'india) sono deportati in campi di concentramento, divorati o schiavizzati per le nuove famiglie feline installate nei territori assoggettati come manodopera domestica o bellica.
Le flotte di Topia, Conigli, Zungla, Certosinha, Limbirterra si uniscono e nel Mar delle Vibrisse Vibranti si scontrano più volte contro la flotta imperiale felina, anch'essa modernizzata e avanzata.
Verso il 1746 gli eserciti felini, affamati più che mai dopo più di un ventennio di scontri via mare e costiero sbarcano contemporaneamente in Limbirterra e nel reame dei Conigli, provocando incendi e distruzione, gli eserciti di liberazione si rifugiano in massa a Topia e Certosinha con Zungla, queste tre nazioni sono viste come l'ultimo baluardo di speranza per la civiltà roditrice.

1763: Topia scampa una seconda occupazione felina, mentre Certosinha viene conquistata per metà, Zungla resiste eroicamente.

1776: Dichiarazione dei Diritti Universali Animali con l'insurrezione popolare in ogni nazione sotto il controllo dispotico felino, le armate zunglo-topo-certosine vincono a Rodenzia e iniziano una lenta controffensiva.

1784-89: Affondamento di eguali navi nel porto di Emperiopoli, molti abitanti dei territori assoggettati da Felinia si sono rifugiati nel Continente Nero per sfuggire agli stermini e alla fame; molti deportati e prigionieri nei campi di concentramento sono drogati o anestetizzati di un'erba particolare chiamata "erba gatta" letale per i deboli di cuore e per i topi di salute leggera.
Si calcola che dall'inizio di questa guerra settantennale siano stati uccisi 15 milioni di roditori e divorati ben 30!!! Con 340mila mutilati e più di un milione di feriti gravi.
Le armate planetarie dei roditori sconfiggono i gatti a Cat City distruggendo Gattimburgo e fucilando nella pubblica piazza la famiglia imperiale felina con lo stesso Gattardone III (salito al trono prima del conflitto).
Nella capitale nel 1789 sono firmati i Diritti Universali dei Roditori, Felinia è smembrata, l'esercito è inesistente, occupata per molti decenni e spezzettata com'era in origine in tanti staterelli, tra l'altro minuscoli.

1800: Inizia l'Età Industriale propriamente detta che ricostruisce e trasforma tutte le nazioni roditrici del mondo in grandi potenze coloniali e appunto industriali.

[...]

1930: a Felinia o Impero Felino, di capitale Gattoburgo, l'imperatore Felix III con un grande consiglio dei suoi ministri fedeli decide l'invasione di tutti gli stati topici e roditori.
L'impero felino dichiara guerra a Topia e invade il Regno Unito di Rodenzia, instaurando un governo collaborazionista.
La Federazione di Topologna dichiara guerra ai gatti salvaguardando il suo impero coloniale, sparso per tutto il globo: la repubblica di Cricetia fa lo stesso.
Le Provincie Unite Topiche sotto la monarchia di Fromaggig si alleano con l'impero di Cania contro i gatti.
I gatti in pochi mesi sbarcano a Cania occupando gran parte dell'isola, poi invadono anche Cricetia, Formagginia e Topologna.
Resistono Certosinia, Topia, PUT e rimangono neutrali il regno di Coniglia e Carotia.

1932: quasi mezzo mondo è sotto il controllo dei gatti,la situazione è davvero critica anche perchè i gatti riescono a sbarcare nel regno di Topia.
Prima sbarcano  a nord dell'isola e arrivando a Topoforte e Porto Crostolo, poi un'armata felina arriva a Topazia bombardandola.
La famiglia reale fugge nel vicino regno di Coniglia insieme alla corte e al governo.
I gatti instaurano un governatorato felino, mandando ai lavori forzati i topi e molte volte divorandoli.
Ma in tutti i paesi occupati dai gatti c'è fortissima resistenza,e molti altri paesi si preparano alla guerra contro Felinia.
I SUR (Stati Uniti Rattici) entrano in guerra portandosi dietro Coniglia, Carotia e Certosinia e aiutando la Cania non occupata.

1934: finalmente il mondo viene liberato dal terrore felino, a Topia l'esercito topico eliminato due anni prima rinasce velocemente, libera la capitale Topazia, caccia i gatti e rimette sul trono Ginger I.
Poi si unisce ad altri eserciti che liberano tutte le nazioni occupate dai gatti, arrivando alla capitale Gattoburgo.
A Topia il governo provvisorio cancella il governatorato, indice nuove elezioni che danno la vittoria al partito repubblicano-democratico. Il re Ginger I viene deposto e fugge a Coniglia, a Topazia nel 1935 viene proclamata la repubblica democratica e viene creata una costituzione democratica e moderna.

1935: Proclamazione della Repubblica di Topia; come abbiamo detto Ginger I fugge a Coniglia e non farà mai più ritorno in patria; il partito demo-repubblicano forma un nuovo governo presieduto da soli topi di campagna che però promuovono lo status egualitario a tutte le minoranze roditrici nella nuova repubblica dell'Isola dei Topi.
Tutto il mondo riprende la ricostruzione; un aereo ribelle proveniente dalla Limbirterra per vendicare i milioni di morti della storia sgancia sull'oramai distrutto Impero Felino ben dieci bombe atomiche che radono al suolo le capitali principali e uccidendo migliaia e migliaia di gatti; l'Organizzazioni degli Stati Roditori non sancisce nemmeno uno smembramento come si fece nella prima guerra contro i gatti ma con il Trattato di Emperiopoli viene definitivamente cancellato dal mondo lo stato imperiale felino che in preda a regressismo e anarchia sarà anche in fase di denuclearizzazione chiamato Area 51; l'ultimo monarca felino Gattardone IV figlio del terzo muore di overdose di erba gatta; le zone costiere vengono occupate dall'esercito dei cani; la Tomania del dittatore toporagno Adenoìd Hynkel riteneva i toporagni superiori quanto i gatti; ma senza più apporto gattico crolla e il cancelliere a Muslino si suicida nel suo rifugio segreto.

1937: Sorge a Rabbitown il primo Parlamento Economico Comunitario tra regno di Coniglia, repubblica di Topia, regno di Limbirterra, repubblica di Zungla, repubblica di Certosinha e Stati Uniti Rattici, è il 7 novembre.

1942: Inizia la decolonizzazione del Continente Nero; tra topi muschiati, e pantegane nascono idee di rivalsa nei confronti dei colleghi occidentali topi di campagna; con la Conferenza di Los Topichos a decolonizzazione raggiunta vengono fissati i nuovi confini dei nuovi stati del continente libero ed indipendente dall'imperialismo occidentale.
L'Impero del Sole rifiuta ogni legame con il P.E.C.

1948: Colpo di stato militare in Rodenzia, l'omonima capitale è assaltata da dei fanatici militaristi di destra estrema topica che vengono appoggiati dalla monarchia della regina Clarita II; le Nazioni Unite la condannano duramente.

1961: Seconda Età Industriale per gli storici; boom demografico ed economico che riporta il mondo civilizzato a quasi la stabilità e la pace dei centotrent'anni dopo la Grande Guerra Contro i Gatti.
Nasce la repubblica rodenziana come risposta alle brame dittatoriali di Clarita II che abdica e lascia il paese con appoggio internazionale e si rifugia nell'Impero del Sole; il paese entra nelle Nazioni Unite e nel P.E.C.

1966: Totale decolonizzazione del Continente Nero e delle altre zone del mondo sottoposte al dominio straniero; boom economico e demografico anche in quelle zone.
Il P.S.T. (Progetto Spaziale Topico) ideato dall'ex scienziato Werner Von Mausen un tempo parte del governo collaborazionista felino nella sua patria in Tomania dopo aver studiato in Ostria e appoggiato le politiche di Hynkel quando finì la guerra si schierò immediatamente con gli Alleati studiando astronomia e venendo incaricato dalla Reale Agenzia Astronomica di Lyndin creerà il primo missile che supera l'orbita terrestre; inizia la corsa spaziale dei vari stati.

1969: Il 28 luglio Mousestrong atterra sulla Luna e appende la bandiera delle Nazioni Unite al fianco di quella ad ossi e strisce dei cani « Un piccolo passo per un topo, un grande passo per il regno animale! »
Si diffondono televisione, reti elettriche potenti, frigoriferi, forni, tecnologie del XX secolo in tutto il pianeta.

1974: Costruzione della prima base stabile lunare da parte canina; New Dog City raggiunge mille abitanti ma solo di scienziati inviati dal governo per studiare la superficie del satellite; lancio dei primi satelliti artificiali da parte di Rodenzia e Impero del Sole.
Il 13 maggio entra in vigore una valuta comune a tutti i paesi aderenti del PEC chiamata "Meuse" che sostituisce le vecchie e sottovalutate monete nazionali.

1983: Un satellite artificiale in orbita di ultima generazione individua nel continente disabitato nel sud del mondo chiamato "Terra dei Ghiacci" movimenti bellici non precisi; i governi internazionali calmano le acque smentendo gli avvistamenti.

1987: Riforma nei paesi aderenti al PEC per quanto riguarda l'immigrazione che nel corso dei decenni diverrà sempre più imponente; è stabilito il permesso di soggiorno, la cittadinanza e l'integrazione per topi muschiati e pantegane con porcellini d'india che affluiscono sempre di più specialmente in Limbirterra, Topia e Impero del Sole dal Continente Nero.

1993-2006: Stabilità economica e sconfitta dei movimenti terroristici e fanatici in molte parti del mondo; ultime guerre tra singole nazioni.
Entrata dell'Impero del Sole nel PEC insieme ad Ostria, Tomania, Cania Unita.

2009: Primi conflitti etnici nelle periferie di Topazia tra leader di movimenti xenofobi; si apre un nuovo sviluppo progressista nel mondo topico e il futuro riserva grandi conquiste spaziali.

[...]

2056: Topazia è estesa a quasi tutta l'Isola dei Topi; immensa megalopoli dove si è spostata la sede della Federazione Topaica in unione di molteplici nazioni; l'Impero del Sole è collassato e caduto in guerra civile ed urbana; i gatti sono partiti nello spazio e dalle loro colonie orbitali vogliono riprendersi la Terra con nuovi eserciti di gatti-droidi ritenuti invincibili.
Una statistica mostra come Topia sia variata, mentre nel 1965 i topi di campagna (occidentali) erano l'89 % del totale ora sono poco più del 30 % superati da pantegane, ratti di città, topi muschiati, porcellini d'india e toporagni...

Ainelif

.

Ed ecco un raccontino basato su un'altra idea dello stesso autore:

.

Lettera di una famiglia rattica polacca ai propri parenti riusciti a sfuggire alle persecuzioni feline in Europa, salvandosi in Inghilterra.

23 marzo 1943

Cari parenti,la vostra fortuna è incommensurabile: dovevamo darvi ragione, è stato un errore rimanere in Polonia. La vicina Germania comandata dal Fuhrer Miaoadolf ha invaso la terra polacca, la parte orientale invece è stata occupata dai lupi dell'Unione Sovietica.

Noi poveri ratti siamo malvisti e malconsiderati da tutti, i gatti nordici e norvegesi perseguitano le popolazioni topiche, li caricano su treni e non si sa dove vadano... certo è che e non ritornano mai più.

Abbiamo paura,noi siamo riusciti a nasconderci nei sotterranei della nostra casa di Cracovia; i gatti hanno bruciato tutto ma per fortuna non sono riusciti a stanarci.

Voi siete al sicuro dai criceti in Inghilterra, abbiamo sentito che in Asia l'Impero Nipponico dei gatti giapponesi dà del filo da torcere ai cani statunitensi...lo so, vorreste rivederci,ma dovremo aspettare la fine della guerra che ci sembra sempre più lontana... noi speriamo in bene.

Ho sentito dire che in Italia e Francia ci sarebbero forti movimenti di Resistenza antinazista: la prima è divisa in due parti, la prima occupata dai gatti soriani fascisti, la seconda dai cani e criceti anglo-americani... chissà come andrà a finire.

Di notte si sentono urla e spari, ma noi anche se terrorizzati non ci muoviamo...

Abbracci d'affetto e baci da Cracovia.

Ainelif

.

È sempre Ainelif ad aver concepito quest'ulteriore idea:

Il videogioco giapponese "Il professor Layton" parla delle avventure e dei rompicapi che deve affrontare Hershel Layton, gentiluomo inglese ed archeologo stimato, noto ed abilissimo a risolvere misteri e casi, aiutato dal piccolo Luke Triton, suo apprendista che lo aiuta in qualsiasi situazione. Nel gioco "Il professor Layton e il futuro perduto" a Londra si tiene un esperimento scientifico con la presenza di Layton, di Luke, di molti uomini potenti, di ministri e dello stesso Primo Ministro britannico Bill Hawks, un sedicente scienziato, il dottor Alain Stahngun dice di aver creato una macchina del tempo, ed invita a partecipare lo stesso Primo Ministro per testarne il funzionamento. Durante la prova però, la macchina esplode e gli stessi Hawks e scienziato scompaiono. Inizia il caso per Layton che riceve una misteriosa lettera da Luke ma del futuro e lo invita ad andare ad un orologiaio in centro città, dove grazie ad uno speciale meccanismo, gli stessi Layton e Luke finiscono in una Londra che sembra futuristica, molti abitanti che incontrano riferiscono la stessa cosa: sono dieci anni dopo rispetto alla loro epoca.

Un'organizzazione criminale, chiamata Famiglia, comanda questa città con la forza e sono comandati da una figura emblematica spacciata per lo stesso Layton, che in realtà è un impostore, è il dottor Stahngun nientemeno che Dimitri Allen, scienziato malvagio e rivale di Layton, che vuole vendicare la morte di Claire, fidanzata di Layton molti anni prima e defunta a causa di un incidente per il malfunzionamento di una precedente macchina del tempo dove Hawks e Allen rimasero solo feriti. Per questo lo scienziato ha rapito il Primo Ministro, per completare la macchina del tempo coi ricordi di Layton e ritornare indietro salvando Claire di cui era perdutamente innamorato. Ma il Luke del futuro, Don Pablo (altro rivale di Layton e anch'egli innamorato di Claire) e Flora Reinhold (assistente ed aiutante del professore) riescono a liberare i prigionieri, tra cui una certa Celeste che si dichiara essere sorella di Claire, detenuti in una torre cittadina nel quartiere di quella che sembra Chinatown.

I protagonisti fuggono su una riva del fiume in un ristorante dove scovano il nascondiglio di Dimitri, ma il Luke del futuro getta la maschera e il suo vero nome è Clive. Tutti quanti scoprono che la città del futuro non è nient'altro che un gigantesco teatro del presente, creato sotto Londra, gli abitanti della città sotterranea sono d'accordo e sono membri della Famiglia comandata da Clive che ha rapito molti scienziati costringendoli a lavorare a tecnologie avanzate per i suoi piani facendo credere di essere in un futuro dominato dalla sua organizzazione. Dimitri viene tradito da Clive che è intenzionato a vendicarsi su tutti, per aver perso la propria famiglia dieci anni prima nel tragico incidente dell'esperimento di Hawks, e il fatto non ebbe rilevanza mediatica e lo stesso governo mise a tacere ogni notizia. Il piccolo Clive venne così adottato da una ricca duchessa, e una volta defunta il suo patrimonio venne usato da Clive per costruire quel gigantesco teatro sottoterra.

Clive rapisce Flora e da quello che sembrava il Tamigi emerge un'immensa macchina a forma di mammifero che sfonda il finto cielo per attaccare la vera Londra. Ma in questa fantastoria le cose vanno diversamente che nel gioco reale, gli scagnozzi della Famiglia sono già usciti in superficie per attaccare ed occupare i punti nevralgici della capitale. Nell'immenso robot di Clive è detenuto il Primo Ministro Hawks in una speciale capsula che in caso di apertura si autodistruggerebbe non solo la macchina movente ma tutta la città intorno. Layton e Luke insieme a Don Pablo e all'ispettore Chelmey di Scotland Yard e a Celeste inseguono il robot con la Laytonmobile ma non riescono ad entrarci tutti, e Layton una volta all'interno viene catturato ed imprigionato insieme a Flora.

Luke e Don Pablo falliscono nel tentativo di penetrare all'interno della macchina mentre distrugge Londra e marcia verso il Parlamento con l'intento di ricattare i politici. L'esercito e la polizia sparano inutilmente sul robot che devasta quartieri e vie, il sindaco ordina l'evacuazione della città, i parlamentari di fronte ad un'unica scelta concedono le richieste di Clive entrando a Westminster proclamandosi capo assoluto della città espropriando anche la famiglia reale.

Migliaia di persone si accalcano per uscire da Londra ormai conquistata da Clive, trovano rifugio in campagna Luke che diventa temporaneo assistente di Don Pablo. Celeste riesce ad infiltrarsi nel robot e riferire a Layton che in realtà lei è Claire e che in qualche modo la macchina del tempo era riuscita a portarla nel futuro pochi secondi prima dell'esplosione e che ormai lei verrà di nuovo riportata indietro al momento della morte e dice addio a Layton che si ripromette di vendicarla.

In città viene abolita la polizia, Chelmey è ricercato, tutto quanto è controllato dalla Famiglia, ma stavolta veramente, tutti gli oppositori sono schiacciati. Tutta l'Inghilterra si trova nel caos e nei disordini civili, a Birmingham è insediato un governo legittimo contro il nuovo governante Clive e intende impadronirsi dell'intera isola e dettare legge, mentre nella sua capitale inizia a costruire statue e monumenti in suo onore, la città sotterranea si trasforma in un immenso laboratorio industriale dove creare nuove macchine per conquistare la Gran Bretagna e poi il mondo. Ce la farà Layton ad evadere, a riorganizzarsi e a sconfiggere Clive liberando Londra?

Per farmi sapere che ne pensate, scrivetemi a questo indirizzo.

.

.

Andrea Villa prende spunto da questa ipotesi:

Opzione A) L'uomo non si evolve. Le altre specie mammifere del pianeta si evolvono fino a raggiungere tutte assieme il grado senziente. Come si evolve la Storia del nostro pianeta?

Opzione B) L'Uomo si evolve e raggiunge la senzientità come da copione, tuttavia anche le altre specie mammifere riescono a evolversi sulla sua falsariga e anche loro arrivano all'autocoscienza intelligente. Come si evolveranno i rapporti fra gli uomini e le altre specie mammifere del mondo, ora che il fattore di vantaggio umano ( la sua intelligenza e la sua coesione) sono venute meno? Una specie diverrà dominante o saranno tutte in grado di bilanciarsi? E cosa mangeremo noi non-vegetariani?

.

MorteBianca allora si fa prendere la mano:

Avevo letto la trama di un romanzo in cui si immaginava il mondo dopo l'estinzione immediata degli esseri umani, in cui poi gli animali raggiungevano l'autocoscienza e la razionalità e studiavano questa "antica civiltà" con un fare quasi religioso, e ho deciso di fonderla con "Animal Farm" di Orwell.

1) Dopo l'estinzione dell'umanità, avvenuta in modo subitaneo e quasi indolore per cause sconosciute (gli Scimpanzè ipotizzano l'Ascensione, gli Eretici Mirmidoni invece un virus), gli animali rimangono privi del Predatore Alfa per eccellenza. Immediatamente gli equilibri post-umani si affermano: gli animali da allevamento si estinguono se non riescono a fuggire dagli allevamenti, e quelli che riescono a fuggire (abituati allo stile di vita curato dagli umani) non hanno vita facile: pochissime mucche riescono, in ambienti più protetti e dopo diverse generazioni (magari mescolandosi a qualche lontano cugino ancora fertile e selvatico) a salvare i propri geni creando qualche ibrido.
I cani ritornano lentamente ad avere caratteristiche da Lupo. Specie canine più piccole (come i barboncini) diventano prede di Pitbull e Pastori tedeschi. Alcuni cani particolarmente piccoli diventano simili a topi.
I Gatti invece hanno solo una lieve diminuzione in numeri. Morie di massa di ratti e topi, che però non si estinguono. Le città lentamente iniziano a crollare, le piante sfondano l'Asfalto e la Natura si riprende lo spazio rubato dalla civiltà.

2) Dopo questo brevissimo passaggio abbiamo, sul lungo termine, la progressiva evoluzione delle altre specie, che giungono a diventare senzienti. Le prime a riuscirci sono i Primati ovviamente, in particolare gli Scimpanzè sviluppano una grande intelligenza paragonabile a quella umana, seguiti poi dai Gorilla (i loro cugino "Forti ma stolti") e gli Orango. Seguono poi i Cani (che nella loro cultura continuano a tramandare il mito dell'Amico Uomo che si prendeva cura di loro e aveva grandi poteri), i Gatti, i Maiali (Molto simili all'uomo anatomicamente e geneticamente), i Delfini e ultime le Formiche, che sviluppano una grande intelligenza collettiva.

3) Le varie specie animali evolute sviluppano diverse concezioni dell'uomo fra loro contrastanti: 
- I Gatti tramandavano la Versione della Servitù, in cui gli esseri umani erano i loro servitori quando i gatti erano ancora piccoli ma divini. A riprova di questo vi sarebbero i reperti umani antichi in cui i gatti sono venerati, ossia le Piramidi, i disegni su Internet e il mistico Nyan Cat, divinità con milioni di seguaci nel mondo.
I Gatti per questo motivo si ritengono gli ex padroni e creatori degli Umani, contrapposti ai loro eterni nemici Cani.

- I Cani di contro tramandano la loro versione dell'uomo come migliore amico del Cane, in cui l'Uomo ha creato tutte le specie e l'ultimo giorno creò il Cane per farne il suo braccio destro (e quindi il suo successore), a riprova di ciò le numerose testimonianze di questa grande amicizia. Alcuni storici (filo-canini) suggeriscono inoltre che i Gatti fossero freddi con gli umani e per tal motivo indegni di ereditarne la cultura.

- Le Scimmie svilupparono una sorta di misticismo religioso zelota. Gli altri animali (soprattutto i cani) rimasero sorpresi nel notare che queste somigliavano moltissimo agli uomini, e vedendo antichi e misteriosi geroglifici che raffiguravano scimmie con davanti altre scimmie più dritte che conducono infine all'uomo dedussero che la Scimmia era una forma imperfetta di uomo, un Uomo in Potenza. Oltre a questo il loro Telencefalo ingrandito permise loro di scoprire le tecnologie e decifrare i geroglifici umani molto più in fretta.

- I Delfini invece non conservarono memoria degli umani se non come di parassiti delle Grandi Balene di Metallo, di cui oggi esistono solo carcasse in fondo all'Oceano.

- Le Formiche invece avevano un ricordo ben più vivido degli umani: esseri giganteschi che facevano il brutto e cattivo tempo, capaci di scatenare devastazione o distribuire cibo, divinità che le formiche veneravano in tempi antichi, ma che con la formazione dell'Impero Mirmidone (che va dal Portogallo al Giappone, dalla Norvegia all'Egitto) vennero riconsiderate come specie evoluta che sviluppò forme sociali complesse quasi quanto quelle dei loro formicai, ma incapaci di creare una coscienza collettiva.
Le formiche ritenevano gli umani delle forme imperfette delle formiche stesse, ed in particolare sostenevano che Kyar-lo Marks fosse una sorta di Messia o Profeta che tentò di far evolvere gli umani in uno stadio da Formicaio, ma che venne crocefisso (la tesi è controversa). Ironicamente le formiche incolpavano gli umani anche del Repubblicanesimo, e di aver rifiutato le loro Regine.

- Altre specie che divennero senzienti sono le Aquile reali (prive di memoria degli umani, se non per il fatto che fossero i cavalcatori delle Aquile di Metallo del cielo), i Cavalli (Divisi fra Runniiti e Lamaiti, i primi ricordano gli umani come protettori, amici e compagni, i secondi come dominatori e schiavisti, speronatori crudeli), i Pappagalli (gli unici che ricordano e possono capire e replicare il linguaggio umano. Li ricordano come terribili mostri che imprigionarono la loro stirpe in gabbie strette per ripetere inutili nonsense), i Ragni (privi di ogni memoria dato il loro scarso intelletto), i Calamari e i Polpi (che hanno un rapporto ambiguo con gli Umani Orientali).

4) Tutte le specie si uniscono nel Concilio di Zootropolis, nel quale si cerca di stipulare un accordo fra i vari regni e un modo per gestire le risorse, specialmente lo studio degli Artefatti umani. Viene stabilito in modo "Ecumenico" che ognuna delle teorie è parzialmente vera, e il trattamento che gli umani riservarono ad ogni animale è stato sia un premio per i loro pregi sia una punizione per i loro difetti.

- Le Scimmie vennero riconosciute come Eredi ufficiali per gli umani, e divennero la casta sacerdotale nonché scientifica del regno animale. Benché il primo capo di questa casta sia stato Cesare, la prima scimmia ad ottenere questo riconoscimento dal regno animale tutto fu Darwin (che prese il nome dall'omonimo santo umano, propagatore della teoria Evoluzionistica). A loro venne ceduto il compito di governare e studiare l'umanità e decidere in maniera di fede (gli umani, per via delle loro capacità incredibili, compresa quella di creare la vita e camminare sulla Luna, furono subito riconosciuti come divini). I Gorilla e gli Orango divennero il braccio armato Zelota.

- I Cani vennero riconosciuti come i "bracci destri" dell'Umanità, creati per essere fedeli servi e compagni, ma per questo troppo legati a loro e poco autonomi rispetto ai gatti.
Dato che era guerra costante fra le due specie si decise per un ruolo paritario onde accontentare tutte e due. I cani divennero la Forza di Polizia e addetti al rintracciamento di percorsi odoriferi.

- I Gatti vennero riconosciuti come "Modelli" degli esseri umani, che vedevano in loro grande Bellezza, autonomia, carisma e coraggio, ma al tempo stesso troppo poco affettuosi, fedeli e amichevoli degli umani (oltre che poco propensi a collaborare) e per questo mai troppo apprezzati. A loro venne riservato il ruolo di gestori del Capitale e delle risorse, dato che più di ogni altra specie erano avari ed astuti nel ricavare guadagno. La loro posizione di "ex divinità" venne riconfermata parzialmente dalle Scimmie ma, onde evitare le ire dei canini, venne degradata a "Ammirazione" di un prototipo di gatto futuro, dato che nei geroglifici i gatti venerati avevano a volte il corpo umano (e dunque la loro vera natura futura doveva essere l'Evoluzione verso l'umanità).

- I Delfini furono riconosciuti molto tardi nella loro importanza. Visti come marini e dunque "Inferiori" anche al più squallido dei vermi, vennero successivamente comparati per dimensioni cerebrali alle Scimmie, che dovettero con imbarazzo riconoscergli lo status di "Animali senzienti", mentre quelli avevano già costruito la Città di Atlantide (presso l'antica Atlanta, città sommersa dell'umanità che si ritiene essere l'Atlantide di cui parlano i dischi). I delfini divennero gli emissari delle scimmie nel mondo marino, che dovevano portare la buona novella alle specie più primitive. Nonostante questo i Delfini si mantennero sostanzialmente autonomi dalla religiosità primate, sviluppando grandi autonomie liturgiche e di credo sull'umanità. Questo nei primi tempi causò gravi problemi come l'Eresia Cetacea, nella quale si sosteneva che le Grandi Balene Metalliche fossero antenati dei cetacei moderni, e queste grandi Balene metalliche erano la forma vera degli umani. Le scimmie contrastarono questa eresia con ogni mezzo, avvalendosi delle ultime scoperte scientifiche per dimostrare che le Grandi Balene di Metallo erano solo marchingegni umani ora comprensibili. Nonostante ciò i Cetacei continuano a venerarle. 
L'unificazione con le scimmie fu favorite quando queste si unirono a Delfini e balene nella Quarta Crociata contro i Cefalopodi nell'Antartico (la "Guerra Fredda")

- Alle Aquile fu affidato il comando del regno celeste, e furono onorate in quanto "più vicine agli umani". A loro vennero anche affidate le prime comunicazioni.

- I Pappagalli, come già detto, furono i principali interpreti ed esegeti del linguaggio umano e degli scritti, specie il parlato. Furono loro ad insegnare alle altre specie come articolare meglio la parola. Uno dei grandi vanti dei Pappagalli è che persino le scimmie dovettero imparare da loro i primi corsi linguistici. Oggi i Pappagalli sono anche famosissimi comici.

- Le Galline invece non furono mai incluse nel Regno animale unificato. Esse conservano un ricordo terribile dell'umanità come un grande esercito di creature simil-naziste il cui scopo era torturare e uccidere le altre creature, tenendole chiuse in campi di concentramento circondadi da rete e filo spinato, che prelevavano le uova ed infine uccidevano le creature poco dopo averle sfruttate fino alla vecchiaia, per nutrirsene. Delle divinità crudeli e macellaie. Le scimmie perseguitarono l'Eresia Aviaria per secoli, ma le galline non si convertirono mai. Oggi sopravvivono nelle isole dell'Oceania, predicando la Libertà e il Veganismo (ricordano infatti il culto luciferino dell'EPA, che si rivoltava a tutto il resto dell'umanità per proteggere gli animali e predicare il Veganismo. Il loro unico umano ritenuto divinità in comune con il Pantheon scimmiesco è Ghandi).
La loro spiritualità è modellata sull'ebraismo (ritengono l'Olocausto una metafora della loro esistenza).

- L'Eresia Lamaita dei cavalli venne soppressa, tranne che per alcune tribù equine che vissero nelle sterminate praterie della Steppa mongola e dell'America centrale, che mai si fecero dominare. I cavalli divennero il mezzo di trasporto più diffuso, e per lungo tempo mantennero una condizione di quasi schiavitù.

- Giungiamo infine alle Formiche, rappresentanti l'intero gruppo di insetti. Benché ritenute inferiori dalle altre specie (loro e tutti gli insetti) queste fecero sin da subito notare che erano su questo pianeta da prima degli umani stessi (prima eresia) e di tutti loro, che erano più di loro e avevano più specie, ed erano più vicine agli uomini (seconda eresia) in quanto sociali, e anzi si ritenevano più avanzate degli uomini stessi (terza eresia). La società Mirmidone aveva concezioni diverse da quella primate su ogni cosa. Non ritenevano i primati privilegiati in modo particolare e anzi li ritenevano primitivi ed egoistici. I primati inoltre come Escatologia avevano elaborato un modello in cui l'Umanità era "Ascesa" al Cielo (sotto la guida dei diversi profeti religiosi che avevano predicati di divinità nei cieli), e che aveva lasciato l'eredità culturale e spirituale alle scimmie, "le prossime" nella scala evolutiva. Essi ritenevano che gli umani ora fossero diventati "Grigi", entità che anche gli umani veneravano e da cui erano ossessionati, e che rappresentavano lo staduo definitivo e ideale dell'evoluzione: Testa e occhi enormi, corpo piccolo e poco adatto al lavoro, capaci di volare nello spazio e privi di sentimenti primitivi.
Le formiche invece ritenevano che gli umani si fossero estinti come tante altre specie prima, durante e dopo di loro, a causa di una guerra batteriologica (sostenevano ciò paragonando l'evoluzione della loro specie nell'ultimo periodo e quella di molte altre, notando la presenza di un fattore mutante virale nell'Ecosistema che era spuntato poco prima della fine dell'umanità). L'Eresia mirmidone non si è mai placata, oggi le formiche vivono nei loro Alveari di miliardi di membri, e sostengono di volersi unificare sempre di più nella coscienza collettiva.

- I maiali, in quanto biologicamente simili agli umani, ebbero un posto d'eccellenza fra le altre specie, e furono i rappresentanti politici nonché burocrati del Regno animale. Fra loro si fece avanti, come sostenitore di una tesi politica rivoluzionaria, un certo Palla di Neve, forse ispirato dall'Eresia Mirmidone o all'Ebraismo Aviario, ritenente gli umani come antichi sfruttatori e "classe dominante" che gli animali avevano sovvertito e superato, e che i prossimi da sovvertire fossero i loro più vicini discendenti, i Primati.
A spalleggiare Palla di Neve c'è un tale Napoleone, che ammira segretamente la figura della Scimmia Cesare e dell'umano Stalin...

.

Ucronie per ridere

E ora, vi invito a leggere con me alcune "ucronie per ridere". Le prime le ha ideate Basileus TFT:

Avevamo già discusso in passato su strafalcioni di amici, studenti, persone conosciute che creano involontariamente ucronie assurde. Ve ne propongo qualcuna che ora mi è affiorata per caso:

Da una ragazza che ho frequentato:
L'Afghanistan è in Africa. Dove? Che implicazioni? Alessandro Magno si ferma in Persia?

Da almeno 30 italiani medi:
Le crociate aggressive! "Noi" abbiamo iniziato le crociate per conquistare il territorio degli arabi... e se fosse vero? I bizantini resistono in Siria fino al 1000 e poi convocano la Crociata sulla Mecca.

Anche qui da molte persone:
L'Italia e la Spagna distorte, ovvero la Spagna e l'Italia confinano. Chi delle due si è espansa di più? E come?

Idem da molte persone:
L'Italia indipendente... un po' più tardi. L'Italia è diventata indipendente dopo la prima guerra mondiale...e prima cosa c'era? Chi ci ha liberati?

Dal mio professore di storia delle superiori:
Adrianopoli è in Crimea. Adriano si fa prendere la mano e riconquista il regno del Bosforo, quindi fonda li la sua capitale... e poi?

Dal mio prof di diritto delle superiori:
Mussolini fonda la repubblica di Weimar nel 1922....questa è tosta!

Sempre dal mio prof di storia:
Guerra civile un po' più sanguinosa. Questa nasce dalla frase "durante la resistenza non dovevano uccidere solo i fascisti ma anche i figli dei fascisti, perchè avevano visto i loro padri. A quest'ora non avremmo dei xxxxxxxx come Berlusconi". E se la guerra civile italiana diventa una sorta di pulizia etnica stile Uganda?

Da un ristoratore che conosco:
Si organizza una cena medioevale al ristorante e trovo insalata coi pomodori. E se il pomodoro arriva da subito in Europa?

Ancora dal mio prof di storia:
Martin Lutero combatteva per la democrazia contro l'oppressione dell'Impero (Star Wars?)

E per finire:
All'esame di storia dei paesi slavi ho beccato una che era convintissima che le navi, dal Baltico al mar del Giappone, in occasione della battaglia di Tsushima, la Russia le avesse trasportate VIA TERRA IN MEZZO ALLA SIBERIA. Naturalmente hanno costruito la Transiberiana apposta, no?

.

Christian de Gaetano aggiunge:

Una mia prof di storia ha detto una volta che nel 1915 papa Benedetto XVI ha parlato contro la Grande Guerra...

.

E Lord Wilmore puntualizza:

L'ucronia della tua prof è realizzabile. Nel 1903, nel Conclave seguito alla morte di Papa Leone XIII, si stava faticosamente formando una maggioranza attorno al Segretario di Stato del Papa defunto, il cardinale Mariano Rampolla del Tindaro, quando all'improvviso il cardinale polacco Jan Puzyna, Arcivescovo di Cracovia, si alzò ed annunciò il veto dell'Imperatore Francesco Giuseppe (in quanto Re Apostolico di Ungheria) sul cardinale Rampolla del Tindaro, un filofrancese ostile alla Triplice Alleanza. Questo veto fu respinto dai cardinali indignati, ma Rampolla si ritirò, pensando che non avrebbe potuto regnare senza l'appoggio dell'Austria-Ungheria, e al suo posto venne eletto il Patriarca di Venezia Giuseppe Sarto, che prese il nome di Pio X, primo Papa dopo secoli a provenire dal popolo minuto. Appena eletto, Pio X abrogò questo diritto di veto, minacciando di scomunica chi vi ricorreva. Se invece Mariano Rampolla del Tindaro viene eletto e prende il nome di Benedetto XV, il suo successore che condannerà l'"Inutile Strage" sarà proprio Benedetto XVI...

.

Invece Fede.Storico ci informa:

Un mio amico nel compito di storia alla domanda su dove si diressero le mire coloniali italiane rispose: in Sicilia...

.

Passiamo la parola a Francesco Nesi:

Gentilissimi, quale lettore appassionato dei lavori prodotti sul vostro sito e ucronista in erba, ho deciso di scrivervi poiché, essendo figlio di una professoressa di Filosofia e Storia, mi ritrovo spesso a conoscenza di interessanti strafalcioni provenienti da verifiche orali e scritte. Decisomi finalmente a redigere una lista di quelli che mi sembrano degni di nota, ho scelto di rendervene partecipi. Ecco la suddetta:

1) Vittoria imperiale a Legnano, nonostante la quale (stranamente) l'esito del conflitto coi comuni rimane invariato.

2) Invece di Legnano, ad essere teatro della battaglia è Lignano (RE), oppure Lignano Sabbiadoro (UD).

3) Tra Riccardo Cuor di leone, Filippo Augusto e Federico Barbarossa, questi non è l'unico a morire nella 'Crociata dei Re', ma l'unico a sopravvivere.

4) I marchesati di Monferrato e Saluzzo si trovano vicino Napoli.

5) Al posto del 'Sola Gratia' Lutero afferma che Cristo ha sola natura umana.

6) Alla proclamazione del Regno d'Italia restano irredente le terre sbagliate: il Regno di Napoli (Sicilia esclusa) o la Sicilia soltanto.

7) Francesco Ferdinando era Imperatore d'Austria.

8) Francesco Ferdinando (qui non più imperatore.) era erede al trono dell'Impero Turco, ovvero dell'Impero... Italiano.

9) Re d'Italia nel 1918 è Vittorio Emanuele... Orlando /meriterebbe di essere sviluppata!)

10) Alsazia-Lorena è solo un modo diverso di chiamare la Cecoslovacchia.

11) Serbia e Austria-Ungheria avevano entrambe mire sulla... Basilicata (HL Bosnia).

12) Germania, Russia e Austria-Ungheria hanno mire espansionistiche sui paesi Baltici (HL Balcanici.)
Nota: nel caso baltico è presente anche la Germania, ma non so se competa come alleata dell'Austria o indipendentemente.

13) Le cifre pitagoriche: come Pitagora imparò dagli Arabi a contare in base dieci grazie allo 'Zero' in una spiacevolissima interrogazione di Filosofia.

.

Perchè No? non può esimersi dal dire la sua:

La leggenda più conosciuta dell'insegnamento della storia in Francia. Alla domanda "Chi ha rotto il vaso di Soissons?" si risponde ovviamente con disperazione "Non l'ho fatto io!"  ^__^

(Per vostra informazione, la faccenda del vaso di Soissons é parte della leggenda dorata del regno di re Clodoveo I. I Franchi saccheggiarono Soissons e il vescovo locale avrebbe supplicato Clodoveo, non ancora cristiano, di non toccare un certo vaso sacro. Il re avrebbe acconsentito e chiesto ai suoi guerrieri di dare a lui quel vaso come se fosse la sua parte del bottino. A questo punto un guerriero si offende e rompe il vaso dicendo che il bottino andava distribuito senza privilegi, e che il re non poteva interrompere la tradizione. Due anni dopo, ispezionando il suo esercito, Clodoveo avrebbe ritrovato il guerriero. Prendendo la francisca (ascia) l'avrebbe lasciata per terra dicendo che era sporca. Il guerriero si chinò per riprenderla e il re gli tagliò la testa gridando: "Ti ricordi il vaso di Soissons?", La leggenda vuole mostrare Clodoveo come il re che abbandona le tradizioni barbariche per la civilizzazione e il cristianesimo, e sopratutto per il potere assoluto di un sovrano, assai superiore a quello di un semplice capotribù).

.

Anglo... Sassoni (grazie a dDuck!)

Bandiera degli Anglo... Sassoni (grazie a dDuck)

.

Ed ecco altre "ucronie per ridere", inventate stavolta da Rivoluzionario Liberale e da Basileus TFT:

.

Preistoria:

Il sole è più grande. Come cambierebbe l'industria delle creme abbronzanti? Gli USA avrebbero un presidente di colore già dall'800...

La deriva degli incontinenti. L'italia rimane unita all'Albania tramite una catena montuosa. A questo punto anziché gli scafisti avremmo le guide alpine...

L'umanità squalo. E se fossero gli squali a diventare sapiens? Immaginate la voracità della classe politica?

L'umanità puzzolente. Le puzzole diventano sapiens e sviluppano civiltà di puzzole con anche animali da soma (potrebbero usare i sanbernardi) come si sviluppa l'industria dei deodoranti?

L'umanità millepiedi. I millepiedi sapiens sviluppano una civiltà simile alla nostra; come si sviluppa l'industria delle scarpe?

L'umanità marina. Mettiamo che l'uomo si evolva con le branchie e non con i polmoni. Avremmo splendide città sottomarine? Cavalcheremmo mante e polipi giganti? I turisti organizzerebbero dei "festini terrestri"? Andrebbe molto di moda il "matrimonio sulla terra"?

L'umanità giraffa. Le giraffe sapiens costruiscono città, a che altezza sarebbe il secondo piano? Come farà l'industria farmaceutica a risolvere il problema del torcicollo?

L'umanità gheparda. I ghepardi animali sapiens, come avverrebbe una gara dei 100 metri piani? E quanto sarebbe veloce un Bolt ghepardo?

L'umanità canina. Immaginiamo il razzismo, pastori bergamaschi che danno del terrone a mastini napoletani, dalmati che emigrano in Germania a fare gli operai portano via il lavoro ai pastori tedeschi. I levrieri afghani come faranno ad inginocchiarsi a pregare?

L'umanità felina. Cosa succede se l'uomo ha un occhio simile a quello del gatto, cioè adatto a vedere con una luce di tipo crepuscolare (stelle e luna) oltre che alla comune luce diurna? Cosa succede se l'uomo si sviluppa come una creatura prettamente notturna? Las Vegas sarebbe una città diurna? Ci sarebbe la Febbre del Sabato Pomeriggio? Si parlerebbe di "una mattina da leoni"? Inoltre il gatto ha una visuale a 180 gradi...

L'umanità tartaruga. E se fossero le tartarughe a diventare animali sapiens? Immaginate la lentezza della burocrazia?

L'umanità fifona. Per quale ragione strana la razza umana nasce con una caratteristica simile agli struzzi, cioè è spaventata dagli eventi nuovi, indipendentemente dalla loro effettiva pericolosità. Saremmo ancora dei trogloditi? Vedremo uomini grandi e grossi scappare davanti a gattini?

.

Storia antica e Medioevo:

Si sviluppa precocemente l'industria elettronica. I Neanderthal sono a caccia, Ugh chiama la moglie Agh nella caverna con il suo cellulare: "Cara, prepara la brace, abbiamo preso il mammut!" Fedippide non corre da Matarona ad Atene per portare la notizia della vittoria sui Persiani, manderebbe un SMS, e addio Olimpiadi...

L'impero genovese. Se invece di Roma fosse Genova a conquistare il mondo, le legioni avrebbero per rancio sempre pasta al pesto, ma i legionari sarebbero pagati di meno (imperatori spilorci); anziché le strade, l'impero costruirebbe i carugi...

Che Barbari! I barbari anziché conquistare Roma conquistano Napoli, come cambia la storia? I tedeschi impareranno a fare da mangiare già dal primo Medioevo, però la camorra verrà gia allora esportata in nord Europa. Immaginiamo re Artù con tanto di lupara, o i vichinghi che giocano al lotto... Le città della lega anseatica saranno alle prese con il problema della spazzatura...

Il Polo Ovest. Marco Polo non viaggia in Cina ma in America. Come cambia la storia? La coca cola verrà introdotta dal 1300, i McDonald's cominceranno ad diffondersi in Europa; conseguentemente Leonardo la gioconda la dipingerà come un ritratto di Botero.

Otto... Mani (grazie a dDuck!)

Bandiera degli Otto...Mani (grazie a dDuck)

.

Storia moderna:

Colombo anziché scoprire l'America approda in Cina. Avremo un'importazione di merci 500 anni prima, con conseguente perdita di posti di lavoro in Italia. I film sulle arti marziali arriveranno già dal '500. E se approdasse in Finlandia? Avremmo gia i telefonini dal '500 oltre alle saune...

Maria Teresa d'Austria lesbica. Come cambia la storia se sposasse Caterina la Grande di Russia (che ha già fatto fuori il marito) e unisce i due imperi nel più grande impero della storia? E se fosse Napoleone gay e sposasse lo zar Alessandro I? I due potrebbero spartirsi l'Europa...

Napoleone non perde a Waterloo ma pareggia. A questo punto c'è bisogno dei supplementari ed eventualmente dei calci di rigore...

Peppino, dove vai?/1. Garibaldi si sbaglia e anziché sbarcare in Sicilia varca le Alpi e conquista la Svizzera, come cambia la storia? Vittorio Emanuele diventa re delle Alpi, il regno sabaudo diventa il primo produttore al mondo di cioccolata. Nella Prima Guerra Mondiale al fronte i fanti anziché la baionetta avranno i coltellini svizzeri. Quando gli austriaci ci costringono a Caporetto, gli alleati diranno che l'esercito italo-svizzero è un gruviera...

Peppino, dove vai?/2. Garibaldi si confonde (lui ha già combattuto in Sud america) e, anziché puntare sulla Sicilia, punta sull'Argentina, come cambia la storia? Il campionato dello stato sabaudo sarà combattutissimo, perchè oltre a Juve, Inter, Milan ci saranno River, Boca, San Lorenzo, ecc. Ci sorbiremo Maradona molto di più in TV (è connazionale). L'inter schiererà 11 argentini fin dagli anni '70 senza il problema di tesserare extracomunitari. Lo stato sabaudo sarà il paese più indebitato del mondo sommando i debiti italiani e argentini nella HL, si andrà in default tutti gli anni con tanto di rivolte dei corralitos...

Peppino, dove vai?/3. Garibaldi invece decide di sbarcare in Olanda. A questo punto Vittorio Emanuele II unisce i due regni, il calcio arancio-azzurro non è più catenacciaro ma pratica il calcio totale. Vedremo la diffusione in Italia di vari tipi di erbe, con i giovani subito a farsi canne.

Hitler si converte all'ebraismo. Come cambia la storia? Innanzi tutto la Germania diventa sionista e gli ebrei oltre a non essere perseguitati emigrano da tutto il mondo nella nuova terra promessa. Al posto del Giordano avranno il Reno. Avremo una guerra del Kippur in piena Europa con russi, francesi e inglesi a fare la parte degli arabi. Quando i tedeschi occupano Parigi avremo un'intifada francese...

Hitler si converte al buddismo. A questo punto il nazismo sarà fondato sulla non violenza, sulle Alpi bavaresi farebbe costruire un potala, le SS anziché le camicie brune vestirebbero i sai arancioni...

.

Attualità:

Culturisti? No, grazie. Cosa succede se, già a partire dagli anni '70, le grandi aziende cinematografiche decidono di non puntare su modelli di attori tutto muscoli per i loro film, invece si rivolgono ad un target di attori magri snelli, un po' come adesso? Com'è la storia del cinema senza Scwarzenegger, Stallone, Norris, Willis e gli altri? Chi prenderà il loro posto?

Ciccione è bello. Poniamo il caso che la moda della magrezza improvvisamente finisca e che tornino di moda le persone "dalle taglie forti". Gente come Mia Tyler sarebbe sulle copertine di playboy; le spiagge sarebbero invase da obese in topless e le ragazze magre cercherebbero consigli su internet su come ingrassare. L'era dei vegani e dei vegetariani finirebbe inesorabilmente, mentre la carne e il fritto tornerebbero di gran moda. Potremmo vedere le solite pacchiane interviste su Italia uno dove una donna di 90 kg ci da consigli su come sbranare un doppio cheesburger. Naturalmente abbiamo i dietologi che criticano questa eccessiva obesità, consigliando di mantenere un peso proporzionato al corpo.

Quando si dice avere naso. Per qualche motivo, la gente con il naso rotto viene considerata intelligente e sexy (un po' come lo strabismo in alcune culture). Vedremmo gente che paga un chirurgo per farsi rompere il naso? Alcuni potrebbero romperselo artigianalmente? Le statue e i monumenti ritrarrebbero persone con nasi flosci e cadenti? La boxe diventerebbe lo sport più popolare al mondo?.

Andreotti si mette a fare body-building. Come cambia la storia? Anziché campare oltre i 90 anni tira le cuoia almeno 20-30 anni prima, possibile una tangentopoli anticipata...

Bush musulmano. Potrebbe sposare Condoleeza Rice senza divorziare dalla moglie, e potrebbe anche provarci con la Palin...

Berlusconi anziché scendere in politica si dà all'ippica. Alla sua scuderia aggiungerà degli stalloni olandesi, due sono neri con tanto di criniera riccioluta, e che vittorie!

.

C'è anche una "ucronia per ridere" del Futuro:

E.T.lometro. Veniamo in contatto con civiltà aliene. Gli alieni emigrano sulla terra in cerca di lavoro; oltre agli extracomunitari avremo anche gli extraterrestri! E se la terra fosse più povera? Allora andremo noi a fare i lavori umili sugli altri pianeti! Immaginiamo badanti umane imboccare E.T. O se uscissero leggi sul casco obbligatorio? Darth Vader sarebbe gia in regola e potrebbe guidare lo scooter... :D

Barboni (grazie a dDuck!)

Bandiera dei Barboni (grazie a dDuck)

.

Il 1 gennaio 2013 Rivoluzionario Liberale ha concepito quest'altra "ucronia per ridere" scientifica:

Un gruppo di studiosi arriva a scoprire la fusione nucleare. Sono Albert Zweistein, Enrico Inmovimento, Ettore Maionese, Bruno Pontetortora, Robert Closeheimer, e molti altri detti anche i ragazzi di Via Paneinforno.

Alla fine il progetto ITER conclude l'iter e si arriva a un prototipo di reattore nucleare a fusione, in pratica entra idrogeno ed escono elio e calore. Pum, finalmente non crea scorie radioattive, è pulito, con un litro d'acqua tiri avanti una città per anni.

Allora si riempie il pianeta di reattori nucleari, il costo dell'energia crolla, almeno fin quando arriva la libera concorrenza e chiunque si può costruire un reattore. Visto il basso costo dell'energia, le città v sono illuminate a giorno fino all'una di notte, ma alla fine di segnalano disturbi del sonno della popolazione.

Il riscaldamento è elettrico perchè costa meno, ma non ci si abitua di più al clima e la gente si prende un sacco di costipazioni.

Le auto vengono caricate a batterie, solo che prima di partire devi lasciare l'auto sottocarica, se devi viaggiare tutto il giorno ti attacchi! E i camion? Porca miseria non ci avevo pensato, i TIR hanno tutta la motrice più grossa del carico pieno di batterie, che fare? Avete qualche idea in proposito?

.

Non potevano mancare delle "ucronie per ridere" sportive:

Pensavo quanto certi sport sono categorizzati, cioè divisi in categorie: ad esempio il pugilato è diviso per pesi, si incontrano i pugili della stessa stazza; ma se fossero "categorizzati" anche gli altri sport?

Pensiamo al Basket: facciamo le olimpiadi per atleti sotto 1,60, da 1,60 a 1,80 e sopra l'1,80. Quindi tornei per nani a canestro!

Oppure, la Ginnastica per pesanti: si tengono gare (sia di artistica che di ritmica) per atleti pesanti, sopra 80 o 100 Kg, dato che qui i pesanti sono svantaggiati al contrario del pugilato. Signore come le modelle di Elena Mirò che volteggiano con il nastro! O il sumo per mingherlini.

Ma pensavo a soluzioni strambe. Perchè non fare il rugby individuale, una specie di lotta grecoromana con la palla? O il rubgy a 50, con mischie enormi e botte da orbi! Idem per gli sport da combattimento: la boxe a tre, con due squadre di tre boxeur a testa. O le arti marziali di gruppo, ad esempio il karate o il taekwondo, con tecniche come la falange di Alessandro magno.

Pensiamo ai 100 metri piani: e se facessimo i 100 metri in salita? Bolt ci impiegherebbe un po' di più... o il mezzofondo in salita, persino la Maratona in salita, roba da cardiopalma. Il nuoto controcorrente, o su fiume, e su piscina, con una ventola che crea una corrente artificiale, cosicché la Pellegrini ci impiegherà una marea di tempo a fare una vasca!

E poi, perchè nella scherma solo sciabola, fioretto o spada? Istituiamo la scherma con bastoni. con le clave o le scuri, naturalmente con speciali protezioni.

Infine il tiro: dopo il tiro con l'arco o le gare di carabina o piattello, perchè non usare armi più avanzate? Che so, gare con i kalashnikov, in cui vince chi colpisce più bersagli, o con i missili stinger, naturalmente scarichi: l'atleta lancia lo stinger scarico e un software calcola se ha abbattuto l'aereo... o infine il lancio della bomba atomica, naturalmente finta: una squadra di aviatori sale sull'aereo e lancia un fac-simile di bomba atomica in una zona libera, un software calcola l'ipotetico numero di morti, a seconda di dove detona, vince chi ne ammazza di più... Forse ho visto troppi film di guerra.

.

Chiudiamo con un omaggio del Marziano alla memoria di Achille Campanile, scomparso il 4 gennaio 1977:

La quercia del Tasso

Quell'antico tronco d'albero che si vede ancor oggi sul Gianicolo a Roma, secco, morto, corroso e ormai quasi informe, tenuto su da un muricciolo dentro il quale è stato murato acciocché non cada o non possa farsene legna da ardere, si chiama la quercia del Tasso perché, avverte una lapide, Torquato Tasso andava a sedervisi sotto, quand'essa era frondosa. Anche a quei tempi la chiamavano così. Fin qui niente di nuovo. Lo sanno tutti e lo dicono le guide. Meno noto è che, poco lungi da essa, c'era, ai tempi del grande e infelice poeta, un'altra quercia fra le cui radici abitava uno di quegli animaletti del genere dei plantigradi, detti tassi.
Un caso.
Ma a cagione di esso si parlava della quercia del Tasso con la "T" maiuscola e della quercia del tasso con la "t" minuscola. In verità c'era anche un tasso nella quercia del Tasso e questo animaletto, per distinguerlo dall'altro, lo chiamavano il tasso della quercia del Tasso.
Alcuni credevano che appartenesse al poeta, perciò lo chiamavano "il tasso del Tasso"; e l'albero era detto "la quercia del tasso del Tasso" da alcuni, e "la quercia del Tasso del tasso" da altri.
Siccome c'era un altro Tasso (Bernardo, padre di Torquato, poeta anch'egli), il quale andava a mettersi sotto un olmo, il popolino diceva: "E' il Tasso dell'olmo o il Tasso della quercia?".
Così poi, quando si sentiva dire "il Tasso della quercia" qualcuno domandava: "Di quale quercia?".
"Della quercia del Tasso."
E dell'animaletto di cui sopra, ch'era stato donato al poeta in omaggio al suo nome, si disse: "il tasso del Tasso della quercia del Tasso".
Poi c'era la guercia del Tasso: una poverina con un occhio storto, che s'era dedicata al poeta e perciò era detta "la guercia del Tasso della quercia", per distinguerla da un'altra guercia che s'era dedicata al Tasso dell'olmo (perché c'era un grande antagonismo fra i due).
Ella andava a sedersi sotto una quercia poco distante da quella del suo principale e perciò detta: "la quercia della guercia del Tasso"; mentre quella del Tasso era detta: "la quercia del Tasso della guercia": qualche volta si vide anche la guercia del Tasso sotto la quercia del Tasso.
Qualcuno più brevemente diceva: "la quercia della guercia" o "la guercia della quercia". Poi, sapete com'è la gente, si parlò anche del Tasso della guercia della quercia; e, quando lui si metteva sotto l'albero di lei, si alluse al Tasso della quercia della guercia.
Ora voi vorrete sapere se anche nella quercia della guercia vivesse uno di quegli animaletti detti tassi.
Viveva.
E lo chiamarono: "il tasso della quercia della guercia del Tasso", mentre l'albero era detto: "la quercia del tasso della guercia del Tasso" e lei: "la guercia del Tasso della quercia del tasso".
Successivamente Torquato cambiò albero: si trasferì (capriccio di poeta) sotto un tasso (albero delle Alpi), che per un certo tempo fu detto: "il tasso del Tasso".
Anche il piccolo quadrupede del genere degli orsi lo seguì fedelmente, e durante il tempo in cui essi stettero sotto il nuovo albero, l'animaletto venne indicato come: "il tasso del tasso del Tasso".
Quanto a Bernardo, non potendo trasferirsi all'ombra d'un tasso perché non ce n'erano a portata di mano, si spostò accanto a un Campo DI tasso barbasso (nota pianta, detta pure verbasco), che fu chiamato da allora: "il tasso barbasso del Tasso"; e Bernardo fu chiamato: "il Tasso del tasso barbasso", per distinguerlo dal Tasso del tasso.
Quanto al piccolo tasso di Bernardo, questi lo volle con sé, quindi da allora quell'animaletto fu indicato da alcuni come: il tasso del Tasso del tasso barbasso, per distinguerlo dal tasso del Tasso del tasso; da altri come il tasso del tasso barbasso del Tasso, per distinguerlo dal tasso del tasso del Tasso.
Il comune di Roma voleva che i due poeti pagassero qualche tassa per la sosta delle bestiole sotto gli alberi, ma fu difficile stabilire il tasso da pagare; cioè il tasso della tassa del tasso del tasso del Tasso e il tasso della tassa del tasso del tasso barbasso del Tasso.

.

Quando Lucio lascia l'ascia

Personaggi:
LUCIO
LICIO

LUCIO ha due asce, una scabra e una, invece, liscia. Il suo amico LICIO gli chiede quest'ultima in prestito, pregandolo di lasciargliela alla porta di casa. LICIO, a sua volta, ha due porte, anch'esse una scabra e una invece liscia, perciò chiede all'amico a quale delle due egli desidera che sia lasciato l'oggetto. L'altro glielo dice e in più lo prega di dargli, in quella circostanza, una lustratina alla porta. Indi brindano. Ma lasciamo ai due la parola.

LICIO:
Lucio, lascia l'ascia all'uscio.

LUCIO:
L'ascia scabra o l'ascia liscia?

LICIO:
Lascia all'uscio l'ascia liscia.

LUCIO:
Licio, lascio l'ascia liscia all'uscio liscio?

LICIO:
Lucio, esci e lascia l'ascia liscia all'uscio liscio, liscia l'uscio e mesci!

(Sipario)

.

Per farci sapere che ne pensate, scriveteci a questo indirizzo!


Torna indietro